Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Milano, gli studenti No Green Pass che occupano la Statale: «Forza Nuova ci divide, i portuali di Trieste ci danno l’esempio» – I video

Una cinquantina di ragazzi e ragazze arrivate anche dalle province lombarde stanno protestando contro la decisione del governo che li obbliga ad entrare in aula solo se muniti di Carta verde

Milano – Gridano “Libera Università” gli studenti No Green pass riuniti davanti la Statale di Milano da questa mattina. Una cinquantina di ragazzi e ragazze arrivate anche dalle province lombarde hanno protestato contro la decisione del governo che li obbliga ad entrare in aula solo se muniti di Carta verde. «Forza Nuova ci divide, i portuali di Trieste ci danno l’esempio»: nella giornata dell’ufficiale entrata in vigore dell’obbligo di pass sanitario in uffici e fabbriche, i giovani studenti esprimono solidarietà ai lavoratori in protesta.


Il corteo pacifico è poi entrato nel cortile interno della sede in via Festa del Perdono protestando contro quella che continuano a chiamare dittatura sanitaria: «La scienza non è un atto di fede, il virologo non è il mio nuovo prete», urlano sfilando davanti a docenti e personale. Dall’altra parte, gli studenti che sono entrati nelle aule per fare lezione con regolare Green pass mostrano insofferenza nei confronti dei manifestanti: «Siamo stanchi di questa inciviltà, si protesti per i veri problemi dell’istruzione».

Disagi nei controlli dei certificati

Intanto la prova del nove per i lavoratori è filata tutt’altro che liscia. Già dalle prime ore del mattino l’entrata dei dipendenti negli uffici della Statale ha subíto non pochi ritardi. La macchina adibita al controllo della Carta verde continua a non funzionare, registrando come “non validi” quasi tutti i QR code inseriti. Un disagio non da poco visto che i controlli previsti all’entrata saranno da ripetere durante tutta la giornata anche solo al rientro dalla pausa caffè.

Leggi anche: