Covid, bocciata la proposta di FdI: niente commissione di inchiesta in Senato sulla pandemia (per ora)

Meloni aveva già protestato: «La nostra proposta è stata stravolta da una serie di emendamenti che impediscono di fare chiarezza. È uno schiaffo alle vittime e ai loro familiari»

È stata bloccata, per il momento, la proposta avanzata da Fratelli di Italia di istituire una commissione d’inchiesta sul sistema sanitario nazionale e sulla gestione della pandemia di Coronavirus. A bocciarla è stata la commissione Sanità del Senato. Stando a quanto hanno reso noto i capigruppo di maggioranza nella commissione, l’esame della proposta di Fdi riprenderà non appena sarà terminato lo stato di emergenza Covid, in scadenza alla fine di dicembre. Considerato però che l’ipotesi al vaglio del governo è quella di prorogare lo stato di emergenza fino a marzo, la discussione sull’istituzione di una commissione di inchiesta potrebbe riprendere tra diversi mesi. La leader di Fdi Giorgia Meloni, aveva già protestato il 19 luglio scorso a riguardo: «La commissione che abbiamo proposto è stata stravolta da una serie di emendamenti che di fatto impediscono di fare piena chiarezza sugli eventi e sulla gestione della pandemia – aveva detto -. Una vera e propria farsa, con l’avvallo delle forze di maggioranza, per impedire di indagare le zone d’ombra e le responsabilità politiche di quanto avvenuto. È uno schiaffo alle vittime della pandemia e ai loro familiari». Oggi è arrivato lo stop fino a nuova comunicazione.


Leggi anche: