Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Jovanotti, un nuovo Beach Tour nell’estate 2022. L’azzardo del JBP: «Show al 100% di capienza»

Si parte dal 2 luglio 2022: dodici spiagge coinvolte. E senza mascherina

Nell’estate del 2019 centinaia di migliaia di persone si erano riversate sulle spiagge d’Italia con in mano il biglietto del fortunatissimo Jova Beach Tour, lo spettacolo musicale a filo battigia del “ragazzo fortunato” più famoso del Paese: Jovanotti. Dopo un anno e mezzo di pandemia, il cantante ha raccontato di voler replicare quella realtà, nell’estate prossima. Il debutto è fissato a Lignano Sabbiadoro il prossimo 2 luglio 2022 e poi in 12 spiagge italiane. A queste si aggiungeranno una tappa su un prato di montagna, uno show in un ippodromo e un aeroporto. Il primo JBP è stata un’esplosione di presenze: oltre 600 mila. Sono poi state 5,8 miliardi le interazioni social. Ed è stato il primo grande evento nato con una forte attenzione per l’ambiente.


«Per due anni ho aperto il libro dei ricordi e sfogliato le immagini di un’avventura bellissima: il Jova Beach Party 2019. L’anno scorso, quando sembrava che tutto stesse andando meglio poi tutto è riprecipitato ho avuto paura ma mi rimbombava in testa una domanda: cosa farò in futuro? Mi dicevo: “il Jova Beach Party c’est moi”! È un’idea di mondo, una Taz, un’utopia che dura un giorno . E allora devi ripartire, devi fare il JBP 2», ha raccontato Jova in un’intervista a La Stampa. Non un concerto da one-man-show, ma uno spettacolo corale, con nazionali e internazionali (nel 2019 ha ospitato 63 artisti provenienti da 25 paesi diversi, ndr).


Nel corso della presentazione del progetto di ieri, 19 novembre, la presidente del WWF Donatella Bianchi presente all’incontro ha spiegato che insieme a Intesa Sanpaolo hanno lanciato l’iniziativa “Ri-Party-Amo”: «parallelamente alle date di Lorenzo i volontari che ci seguono puliranno e recupereranno 20 milioni di mq di spiagge, laghi, fiumi e fondali. Una mobilitazione nazionale che ambisce a raccogliere milioni di euro», ha spiegato. Quanto alle norme di sicurezza legate al contenimento del Covid, Jovanotti tenta l’azzardo, dicendo per lui non ci sono dubbi: «il JBP avrà il 100% di capienza e senza mascherina perché sarà un assembramento e la speranza reale che per adesso è una certezza è che non farei mai uno spettacolo senza la capienza totale».

Continua a leggere su Open

Leggi anche: