Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Ore 11,34, terremoto in Lombardia. Tra Milano e Bergamo le reazioni alla scossa tra paura e sorpresa – Il video

Secondo i vigili del fuoco e la polizia locale di Milano non sono arrivate richieste di soccorso e segnalazioni di danni

La scossa di terremoto che ha colpito oggi la zona ovest di Bergamo ma è stata sentita distintamente anche a Milano ha scatenato paura e sorpresa nella popolazione. Secondo i vigili del fuoco e la polizia locale di Milano non sono arrivate richieste di soccorso e segnalazioni di danni. L’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha segnalato una magnitudo tra 4.3 e 4.8 alle 11.34, con epicentro localizzato a 2 km di profondità a Bonate Sotto, in provincia di Bergamo. Ma su Twitter c’è chi ha segnalato qualcosa di rotto:


Numerose le testimonianze sul social network: «Sembrava di stare sulle montagne russe», «È volato il mouse del pc», «Mai sentita una cosa simile a Milano», «È tremato tutto». In diverse zone della città i palazzi hanno tremato e alcune persone sono scese in strada per la paura. A causa della forte scossa la linea M5 è stata temporaneamente sospesa per alcuni minuti. E c’è anche chi ha mostrato le oscillazioni degli oggetti in casa durante la scossa:


Il servizio sismico svizzero ha segnalato una scossa di magnitudo 4.9 presso Boltiere I. A Bonate di Sotto non si segnalano danni. Il sindaco ha però annunciato verifiche sugli edifici. La giornalista Marta Ottaviani su Twitter ha scritto che la scossa è stata più forte di quelle avvertite a Istanbul:

La scossa è stata avvertita distintamente anche in tutta la provincia di Pavia. Così come a Milano, anche a Pavia e nel resto del territorio i palazzi e le case hanno tremato e alcune persone sono scese in strada. Il centralino dei vigili del fuoco è stato subito tempestato di telefonate: sono in corso accertamenti. La scossa si è sentita molto forte anche a Vimercate, in Brianza, dove testimonianze raccontano di lampadari che si sono mossi, specchi traballanti, scaldabagni tremanti e fioriere che si sono spostate di alcuni centimetri. Di fronte ad un locale supermercato ci sarebbe stato anche lieve incidente stradale provocato proprio dal panico suscitato dal sisma. Alcuni cittadini sono addirittura scesi per strada per paura dei crolli. A Treviglio a pochi chilometri dall’epicentro del sisma, gli studenti della scuola superiore Isis Zenale e Butinone sono stati evacuati

Leggi anche: