Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Lombardia verso la zona gialla da lunedì 27 dicembre: oggi i numeri decisivi

Secondo le stime dell’Associazione italiana di epidemiologia è la regione in cui il virus potrebbe espandersi di più

Da settimane il numero di nuovi casi giornalieri di Covid-19, spinti dalla diffusione della variante Omicron, è in crescita. Così come a crescere sono i ricoveri nei reparti di degenza ordinaria e nelle terapie intensive. Ieri, secondo l’ultimo bollettino della Protezione civile, è stata superata quota 35 mila casi in un giorno, di cui 10.569 nuove diagnosi nella sola Lombardia, a fronte di 182.427 tamponi processati, con un tasso di positività al 5,79 per cento. Le persone positive in isolamento domiciliare nella regione sono invece 80.314. L’incidenza dei casi si attesta invece a 436 casi ogni 100.000 abitanti, di gran lunga al di sopra del limite di 50. Nella regione guidata da Attilio Fontana, come spiegato dal governatore, «un anno fa eravamo in zona rossa e gli ospedali erano sotto una pressione indicibile, mentre oggi sta crescendo il numero, ma è ancora sotto controllo sia per quanto riguarda i ricoveri in terapia ordinaria che in terapia intensiva».


Sul fronte delle ospedalizzazioni in Lombardia, Fontana ha comunicato che «in terapia intensiva abbiamo da poco superato la soglia critica del 10 per cento (164 pazienti in gravi condizioni, 10,7 per cento), mentre per quanto riguarda le terapie ordinarie siamo al 13,2 per cento con 1.352 persone ricoverate (la soglia critica è fissata al 15 per cento), per cui dovremmo aspettare i dati di giovedì per capire se passeremo in zona gialla o resteremo in zona bianca». Al contempo, secondo le stime dell’Associazione italiana di epidemiologia, la Lombardia è la regione italiana in cui, da qui ai prossimi 14 giorni, il virus potrebbe espandersi di più, con l’ipotesi che si superi la soglia di 1.000 casi ogni 100.000 abitanti. La decisione sul possibile passaggio della Lombardia in zona gialla a partire da lunedì 27 dicembre, e per almeno due settimane, arriverà domani, durante la Cabina di regia sull’emergenza Coronavirus. I dati decisivi saranno quelli di oggi.


Foto in copertina: ANSA/ PAOLO SALMOIRAGO

Leggi anche: