Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Dalla procura di New York mandato di comparizione per i figli di Donald Trump: saranno interrogati per l’indagine sulla frode fiscale

La procura newyorchese vuole verificare se sia stato gonfiato il valore degli asset della società di Trump per motivi fiscali. Tempo fa era già stato citato in giudizio l’altro figlio, Eric Trump

La procuratrice dello Stato di New York, Letitia James, ha inviato tempo fa un mandato di comparizione per Donald Trump per interrogarlo nell’ambito dell’indagine sulle manipolazioni del valore della holding di famiglia per motivi fiscali. Il mandato – è notizia di oggi – è stato recapitato anche ai figli dell’ex presidente Usa, Ivanka Trump e Donald Trump Jr. La notizia è stata diffusa dai media americani nelle ultime ore e confermata dall’ufficio della procura newyorchese. In particolare, la procuratrice vuole verificare se sia stato gonfiato il valore degli asset della società di Trump per ragioni fiscali. Per la Procura, l’ex presidente potrebbe aver falsamente gonfiato il valore dei suoi averi per ottenere maggiori prestiti bancari, mentre allo stesso tempo potrebbe aver nascosto una parte del suo patrimonio al fisco per pagare meno tasse e assicurazioni.


I legali della famiglia Trump hanno subito fatto sapere che si muoveranno per provare ad annullare il mandato di comparizione ma, nel caso in cui il tentativo non dovesse andare in buca, i due figli dovranno testimoniare. Prima di questo atto, recapitato ufficialmente a Ivanka e Donald Jr il primo dicembre scorso, la stessa procuratrice di New York aveva già inoltrato, in un’altra occasione, un mandato di comparizione nei confronti di Eric Trump, l’altro figlio dell’ex capo della Casa Bianca. Eric è stato già interrogato dall’ufficio della Procura nell’ottobre 2020. Alla fine dell’inchiesta, la procuratrice James potrà chiedere l’apertura di un processo che sarà di natura civile.


Leggi anche: