Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Morte David Sassoli, denunciato un imprenditore No vax toscano. Gli insulti nel video (rimosso): «Dio vede e provvede»

L’uomo è stato denunciato per vilipendio da Fabrizio Volpi, coordinatore a Carrara di Italia Viva

«Dio vede e provvede»: un proverbio di uso comune, non fosse che questa volta è stato usato come insulto alla memoria di David Sassoli, il presidente del Parlamento europeo morto la scorsa notte dopo un lungo ricovero in un ospedale oncologico di Pordenone. A pronunciare frasi ingiuriose e ad esultare per la morte del giornalista, in un video pubblicato sui social, è stato Nicola Franzoni. Si tratta di un imprenditore di Carrara, vicino agli ambienti No vax e No Green pass e agli ambienti della destra. L’uomo è stato denunciato per vilipendio da Fabrizio Volpi, coordinatore a Carrara di Italia Viva. «Abbiamo deciso di rivolgerci alle autorità competenti per porre fine a una serie di dichiarazioni farneticanti di un personaggio che ormai ha decisamente passato il segno – spiega in una nota Alice Rossetti, coordinatrice regionale di Italia Viva -. In un momento come quello che stiamo attraversando c’è bisogno di calma e pacatezza e non di farneticazioni, offese e violenza verbale. Come tutte le persone sensate piangiamo per la scomparsa prematura di David Sassoli e speriamo che chi ha oltraggiato la sua memoria venga punito severamente».


Chi è Nicola Franzoni

Franzoni ha collezionato già una serie di denunce in questi anni, alcune delle quali per vilipendio e apologia di fascismo. A gennaio del 2021, come riporta la Nazione, era stato fermato al casello di Carrara con felpe e altro materiale che aveva delle scritte contro il premier Draghi. Prima ancora, cioè a giugno 2020, era stato denunciato dopo una manifestazione a Roma del Fronte di Liberazione Popolare, una delle sigle a cui è ricondotto. E ha partecipato in questi mesi a numerosi cortei, anche nella Capitale, contro i provvedimenti governativi per il contenimento della pandemia.


Leggi anche: