Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Burioni e l’inevitabilità di Omicron: «Lo incontreremo tutti. La scelta è se farlo da vaccinati o non vaccinati» – Il video

Ospite a “Che tempo che fa”, il virologo Roberto Burioni ha spiegato che siamo davanti a un virus molto diverso da quello incontrato all’inizio della pandemia

«Con il virus originale un malato infettava due persone, con la Delta un malato infettava sei persone. Ora siamo davanti a uno dei virus più contagiosi sulla faccia della terra: un paziente infetta dieci persone». Ospite alla trasmissione Che tempo che fa in onda su Rai 3, il virologo Roberto Burioni ha chiarito i dati sul contagio di Omicron. Questa variante Covid è responsabile delle nuova ondata di infezioni che ha fatto schizzare a livelli mai visti primi i dati sui contagi in molti Paesi: «È un nuovo virus, molto diverso dalle varianti precedenti. C’è poi un’incubazione più breve della malattia: bastano due o tre giorni per ammalarsi. Omicron riesce a contagiare in maniera più efficace anche i vaccinati». Burioni ha chiarito che, con molta probabilità, questo virus arriverà a tutti. Chi però ha il vaccino potrà affrontarlo con una protezione maggiore: «Anche con il vaccino, Omicron continuerà a circolare. Ognuno di noi lo incontrerà. La scelta è se incontrarlo da vaccinati o da non vaccinati».


Leggi anche: