Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La positiva che viola la quarantena per fare shopping a Monza: «Non volevo perdere i saldi»

La donna si è giustificata sostenendo che la banca dati non fosse aggiornata. Ma i carabinieri hanno scoperto che era ancora positiva al tampone

Una donna di 51 anni e positiva al Coronavirus è stata fermata fuori casa dai carabinieri a Renate in provincia di Monza. Quando le è stato chiesto perché fosse fuori dalla quarantena ha detto che voleva andare a fare shopping per i sardi. La donna è stata controllata in auto durante un servizio di routine. E ha chiesto ai carabinieri di fare in fretta perché le stavano facendo perdere una svendita. Poi ha fornito la stessa giustificazione – «non volevo perdere i saldi» – quando i militari le hanno contestato la violazione della quarantena. Secondo quanto raccontato dai militari intervenuti, la donna, si sarebbe subito giustificata dicendo di avere già terminato la quarantena e che probabilmente la banca dati non era aggiornata. I carabinieri, sebbene la scusa del mancato aggiornamento potesse essere plausibile, hanno comunque deciso di andare a fondo e hanno scoperto che la donna, al tampone di verifica di fine quarantena era nuovamente risultata positiva, quindi avrebbe dovuto proseguire l’isolamento.


Leggi anche: