Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Eminem in ginocchio contro il razzismo al Super Bowl – Il video

La Nfl aveva smentito la notizia che non avesse dato il permesso all’artista di inginocchiarsi. In ogni caso lui lo ha fatto lo stesso

L’intervallo del Super Bowl, la finale del football americano giocata nella notte a Los Angeles, è stato come sempre un grande spettacolo, con i pesi massimi dell’hip hop in campo: da Dr Dree a Snoop Dogg, da Eminem a Mary J Blige e Kendrick Lamar. A regalare grandi emozioni durante l’Halftime Show è stato Eminem, che si è inginocchiato contro il razzismo. Il rapper si è inchinato durante l’esecuzione di Lose Yourself per rendere omaggio al famoso gesto fatto nel 2016 da Colin Kaepernick, quando l’ex quarterback dei San Francisco 49ers si inginocchiò durante l’esecuzione dell’inno americano in segno di protesta contro le brutalità della polizia sui neri. Prima della manifestazione, aveva circolato la notizia che la National Football League non avesse concesso all’artista di Detroit il permesso di inginocchiarsi. La Nfl ha smentito ma resta la sensazione di un gesto di sfida da parte di Eminem.


Leggi anche: