Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Super Bowl 2022, come seguire la finale NFL in Tv (in chiaro)

La 56° edizione del Super Bowl si giocherà al Sofi Stadium di Inglewood in California. In campo ci saranno i Los Angeles Rams e i Cincinnati Bengals

È tutto pronto. Quando in Italia sarà la notte tra il 13 e 14 febbraio al Sofi Stadium di Inglewood in California andrà in scena la 56° edizione del Super Bowl, la partita che incoronerà il vincitore della National Football League (NFL). Le due squadre che scenderanno in campo sono i Los Angeles Rams e i Cincinnati Bengals. I Los Angeles Rams hanno una sola vittoria all’attivo nel Super Bowl, nello specifico nella 34° edizione, quella che si è disputata nel 2000 al Georgia Dome di Atlanta. Guardando ad anni più recenti invece sono arrivati in finale nel 2019, dove hanno conteso la coppa ai New England Patriots. I Cincinnati Bengals invece non hanno mai vinto un Super Bowl e fino a questo momento hanno affrontato due finali: nel 1982 e nel 1989, entrambe perse contro i San Francisco 49ers.


Data, orario e canale Tv

Il Super Bowl 2022 tra i Cincinnati Bengals e i Los Angeles Rams comincerà quando in Italia saranno le 00:30. Anche quest’anno la Rai ha acquistato i diritti della partita e per questo sarà possibile vederla sia in chiaro che nei canali a pagamento. L’unica differenza rispetto all’ultima edizione è che invece di essere trasmesso su Rai 2, il match verrà trasmesso su Rai 1. Ecco dove andare per non perdersi il match più importante del football americano:


  • la diretta Tv negli Usa è sull’emittente NBC (lo streaming sarà visibile dal sito della NFL);
  • la diretta Tv in chiaro in Italia è su Rai 1 a partire dalle ore 00:15 (disponibile anche su Rai Play);
  • la diretta Tv in Italia a pagamento è su Dazn a partire dalle ore 23:55.

Quali squadre si giocheranno il Super Bowl?

Tom Brady non ci sarà. Chiunque si sia un po’ appassionato di football americano negli ultimi 20 anni sa bene quale valore ha questa frase. Brady è stato uno degli atleti più longevi di questo sport: è riuscito a partecipare dieci volte al Super Bowl e a vincerlo per sette volte. L’ultima l’anno scorso, con i Tampa Bay Buccaneers, le altre sei con i New England Patriots. Negli ultimi playoff Brady ha mancato la partecipazione di quello che sarebbe stato il suo ultimo Super Bowl e il 1° febbraio scorso ha scelto di ritirarsi dopo 22 stagioni da professionista. A battere i Buccaneers durante i playoff sono stati i Los Angeles Rams, la squadra che insieme ai Cincinnati Bengals la notte tra il 13 e il 14 febbraio si contenderà la 56° edizione del Super Bowl.

I Cincinnati Bengals, la squadra che punta alla prima vittoria

Al momento il palmarès dei Cincinnati Bengals conta solo due finali nel Super Bowl: una nel 1982 e un’altra nel 1989. Entrambe perse contro i San Francisco 49ers, la prima per 26 a 21, la seconda per 20 a 16. Quella di quest’anno è la loro terza finale, conquistata per altro dopo aver battuto ai playoff i Kansas City Chiefs, finalisti nella scorsa edizione del Super Bowl. Originari di Cincinnati, città da oltre 300 mila abitanti in Ohio, i Bengals segnano con queste finali il ritorno da una lunga serie di stagioni in cui avevano latitato nella NFL. Fra i tifosi più insospettabili dei Bengals ci sono sono Marco e Antonio Manetti, i registi del recente Diabolik ma anche di Song’è Napule e Ammore e malavita. In una recente intervista al quotidiano la Repubblica, hanno spiegato:

«Noi siamo tifosi dei Bengals dal 1981. Una vita fa. Una fede che non abbiamo mai abbandonato. Il 1981 è l’anno del Super Bowl perso coi San Francisco 49ers di Joe Montana. Il nostro quarterback, allora, era Ken Anderson. Fu una delle primissime partite se non la prima trasmessa in Italia da Canale 5. E andata così: quella sera per mero caso accendiamo la televisione e vediamo questo sport, per noi all’epoca, diremmo quasi esotico: caschi, paraspalle, imbottiture, colori. Bellissimo. Un colpo di fulmine. Ci guardiamo in faccia e ci chiediamo: aò, per chi tifiamo? Ma per i Bengals, con quel casco tigrato di rosso e nero!»

Los Angeles Rams, i favoriti al loro quinto Super Bowl

Storia diversa per i Los Angeles Rams. Loro invece si giocano il quinto Super Bowl e vorrebbero arrivare alla prima vittoria, dopo quella del 2000 in cui si chiamavano ancora St. Louis Rams. La loro ultima partecipazione, questa volta con il nome di Los Angeles Rams, è stata nel 2019, quando hanno perso contro i New England Patriots di Tom Brady. I Rams giocano nello stadio di casa e vengono considerati i favoriti dagli scommettitori. E non solo. Durante i playoff infatti sono riusciti a sconfiggere i Tampa Bay Buccaneers, i campioni uscenti guidati sempre dal leggendario Tom Brady. Da notare in questo Super Bowl anche la giovane età degli allenatori. I Rams sono guidati da Sean McVay, classe 1986, mentre i Bengals hanno Zac Taylor, classe 1983.

Eminem, Snoop Dog e Kendrick Lamar, lo show di metà partita

EPA/NINA PROMMER | Il rapper americano Snoop Dogg, Beverly Hills, California, USA, 13 dicembre 2021.

Uno degli eventi più attesi del Super Bowl 2022 è lo show di metà partita. Lo scorso anno erano saliti sul palco l’artista canadese The Weekend e Miley Cirus. L’anno ancora prima invece erano state Shakira e Jennifer Lopez. Quest’anno invece la scaletta sarà dominata dai mostri sacri del rap statunitense. Sul palco infatti sono attesi Eminem, Snopp Dogg, Mary J. Blige, Dr. Dre e Kendrick Lamare. Per annunciare l’evento i canali ufficiali della NFL hanno pubblicato un video di tre minuti che probabilmente ha lo stesso budget di molti film al cinema questa settimana. In una serie di sequenze ambientate in luoghi diversi degli Stati Uniti si vedono i futuri protagonisti dell’Halftime Show ricevere la convocazione e muoversi verso lo stadio con qualsiasi mezzo possibile. Notevole l’auto di Snoop Dog. Come l’anno scorso, anche questa volta tutto lo spettacolo sarà sponsorizzato da Pepsi.

Il primo trailer della nuova serie sul Signore degli Anelli

Oltre all’Halftime Show, uno dei momenti più importanti per il Super Bowl è quello dell pubblicità. Questo è l’evento sportivo che registra i dati di pubblico più alti negli Stati Uniti, con un audience che va dai 90 ai 110 milioni di spettatori. Il dato è in calo negli ultimi anni ma in ogni caso la media non è ancora scesa sotto i 90 milioni di spettatori. È questo il motivo per cui uno spot di 20 secondi può superare anche il costo di 5 milioni di dollari. Negli ultimi giorni è uscita qualche anticipazioni sugli spot che andranno in onda. Al netto di un Arnold Schwarzenegger vestito da Zeus per presentare un nuovo modello Bmw, lo spot più atteso è quello in cui verrà svelato il primo trailer della serie Amazon Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere. Giusto per alzare le attese del pubblico sulla serie più costosa mai prodotta, negli ultimi giorni Vanity Fair ha pubblicato le prime immagini.

Leggi anche: