Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Ucraina, l’appello di Donetsk e Lugansk alla mobilitazione: «Gli uomini che sanno usare un’arma difendano le loro famiglie» – Il video

Denis Pushilin chiama a raccolta i cittadini: «L’Ucraina pronta ad attaccare»

Il capo dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk, Denis Pushilin, ha annunciato la mobilitazione generale. Lo scrive l’agenzia russa Ria Novosti mentre su Twitter circola un video dell’ultimo discorso di Pushilin. In un messaggio pubblicato sul canale Telegram ufficiale delle autorità della regione separatista Pushilin ha dichiarato: «Invito i nostri connazionali riservisti a recarsi ai commissariati militari. Oggi ho firmato un decreto sulla mobilitazione generale. Faccio appello a tutti gli uomini che sappiano tenere in mano un’arma a difendere le loro famiglie, i loro figli, le mogli e le loro madri. Insieme raggiungeremo la vittoria desiderata e necessaria per tutti noi. Proteggeremo il Donbass e tutto il popolo russo». Intanto per tutta la notte è proseguita l’evacuazione da Donetsk e Lugansk, l’altra regione separatista del Donbass, della popolazione civile verso i valici di frontiera con la Russia. Nel video messaggio Pushilin ha esortato i connazionali “in riserva” a recarsi «ai commissariati militari. Oggi – ha spiegato – ho firmato un decreto per la mobilitazione generale». Secondo Pushilin, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ordinerà presto ai militari di lanciare un’offensiva nel Donbass per invadere il territorio delle autoproclamate repubbliche separatiste. Anche il leader dell’autoproclamata repubblica popolare di Lugansk, Leonid Pasechnik, ha firmato l’ordine di mobilitazione generale.


Leggi anche: