Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

No! Questo video non mostra migliaia di paracadutisti russi che invadono l’Ucraina

Un video pubblicato nel 2016 su Youtube torna nel 2022 associato all’attacco russo in terra ucraina

Circola un video con il quale si sostiene che numerosi paracadutisti russi starebbero invadendo la città ucraina di Charkiv. Le immagini sono state condivise da diverse pagine Facebook, da Meno male che Putin c’è a YouTG.net (che già in precedenza aveva diffuso un video falso, ne parliamo qui). Da una semplice ricerca, il video risulta pubblicato nel 2016 e non è associabile all’attuale conflitto tra Ucraina e Russia.

Per chi ha fretta

  • Un video mostrerebbe numerosi paracadutisti russi che si apprestano ad atterrare in terra ucraina.
  • Il video non è stato registrato nel 2022.
  • Il video risulta pubblicato su Youtube nel 2016.
  • Potrebbe trattarsi di un’esercitazione militare russa del 2014.

Analisi

Ecco il post di YouTG.net, pubblicato il 24 febbraio 2022 alle 9 del mattino, dove leggiamo il seguente commento: «I paracadutisti russi prendono terra a Charkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina».

Di seguito il post della pagina Facebook Meno male che Putin c’è, dove leggiamo il seguente commento: «Centinaia di paracadutisti russi sbarcano nel Kharkiv.».

Video del 2016

Riscontriamo lo stesso video pubblicato su Ok.ru il 5 settembre 2016, intitolato «ricorda, ecco come sono fatti i paracadutisti russi» («Хахлы, запомните, именно так выглядят Российские десантники»).

Probabile esercitazione del 2014

Un’ulteriore ricerca ci riporta a un video pubblicato il 21 marzo 2014 dal sito Military.com. Quello diffuso nel 2016 e successivamente nel 2022 potrebbe essere un’altra ripresa di questa esercitazione avvenuta in terra russa.

Conclusioni

Il video diffuso nel febbraio 2022 non ha nulla a che fare con l’attuale conflitto tra Ucraina e Russia. Esiste una pubblicazione precedente che risale al 2016 e potrebbe avere un’origine ancor precedente, nel 2014 in Russia. Parliamo di contesto falso, in quanto si tratta di un video offerto come prova di un evento separato.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Leggi anche: