Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

No! Questo video non mostra un bombardamento russo in Ucraina: si tratta di un videogioco

Nella stessa edizione del Tg2 di giovedì 24 febbraio sono stati trasmessi due video con un contesto falso: una parata aerea russa del 2020 e un videogioco

Durante l’edizione del Tg2 di giovedì 24 febbraio 2022 alle ore 13 è stato tramesso un video del 2020 dell’aeronautica militare russa attribuito per uno dei recenti attacchi in Ucraina. Non è stato l’unico video presentato con un contesto falso: intorno al minuto 17:12 vengono trasmesse diverse immagini, fino a quella che mostra diversi missili lanciati in aria che compaiono improvvisamente da dietro degli edifici civili. Quel video, in realtà, proviene da un videogioco chiamato War Thunder. Il video circolava già da giovedì 24 febbraio mattina via Facebook.

Per chi ha fretta

  • L’edizione del Tg2 del 24 febbraio 2022 alle ore 13 mostra un presunto attacco missilistico attribuito all’attacco dell’esercito russo in Ucraina.
  • Il video era stato diffuso precedentemente via Facebook da pagine come YouTG.net.
  • Il video circolava nel 2021 e riguarda un videogioco.

Analisi

Ecco lo screenshot del servizio andato in onda dal Tg2:

Il fotogramma del servizio mandato in onda dal Tg2 corrisponde, infatti, al quello presente al minuto 0:27 del video pubblicato su Youtube dal canale Pandramodo lo scorso 15 dicembre 2021, intitolato «The Iron Dome in War Thunder».

Le prime condivisioni del video

Riscontriamo che il video era stato condiviso il 24 febbraio 2022 alle ore 8 del mattino dalla pagina Facebook YouTg.net con a seguente descrizione (tutta in maiuscolo): «I MISSILI RUSSI SOLCANO IL CIELO: L’INIZIO DELL’ATTACCO DI PUTIN ALL’UCRAINA»-

Ecco uno screenshot riportante l’orario di pubblicazione:

Conclusioni

Il video diffuso dal Tg2, e precedentemente da YouTG.net, non può in alcun modo essere attribuito ai recenti attacchi dell’esercito russo in Ucraina. Il video circolava già nel 2021 e riguarda un videogioco. Parliamo di contesto falso, in quanto si tratta di un video offerto come prova di un evento separato.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Leggi anche: