Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Guerra in Ucraina, l’incendio alla centrale nucleare di Zaporizhzhia. Zelensky: «La Russia vuole il terrore atomico» – Il video

Le fiamme hanno circondato la zona di Enerhodar dove sorge l’impianto. Il livello delle radiazioni è nella norma. Un edificio e un laboratorio colpiti dal fuoco

Nella notte le forze russe hanno iniziato a bombardare nella zona in cui si trova la centrale nucleare di Zaporizhzhia, vicina alla località di Enerhodar. Intorno alla centrale si è sviluppato un incendio. Il ministro degli esteri ucraino Dmytro Kuleba ha detto che le forze russe «stanno colpendo Zaporizhazhia, la maggiore centrale nucleare in Europa. Ci sono già fiamme. Se dovesse esplodere, sarebbe 10 volte peggio di Chernobyl. La Russia deve immediatamente cessare il fuoco, consentire ai pompieri» di intervenire e «creare una zona di sicurezza». Il portavoce della centrale, Andrei Tuz, citato da vari media, ha sostenuto che fosse stata colpita l’unità 1 e che i pompieri non riuscissero a raggiungere le fiamme perché sotto il tiro dei russi. L’incendio è stato spento poco prima delle 6.


L’appello dell’Aiea

La centrale, la più grande d’Europa, fornisce all’incirca il 40% dell’energia di origine nucleare dell’Ucraina. Ieri un appello a fermare le ostilità attorno all’impianto era stato lanciato dall’Aiea. Subito dopo che la notizia dell’incendio ha cominciato a circolare è partito un appello del direttore generale dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Nucleare (Aiea) dell’Onu, Rafael Mariano Grossi, che ha parlato con il primo ministro ucraino Denys Shmygal e le autorità per il Nucleare di Kiev: «Fermare l’uso della forza». In un tweet dell’Aiea che riferisce delle conversazioni telefoniche, Grossi ha messo in guardia sul grave pericolo di colpire uno dei reattori. Subito dopo è cominciata a circolare la notizia, prontamente smentita, dell’aumento delle radiazioni intorno alla centrale. Successivamente l’agenzia di stampa Ria Novosti ha fatto sapere che invece i livelli di fondo delle radiazioni sono rimasti invariati. «Il direttore della centrale ha detto che la sicurezza nucleare è ora garantita. Secondo i responsabili della centrale, un edificio e un laboratorio sono stati colpiti dall’incendio», ha affermato su Facebook Oleksandr Starukh, capo dell’amministrazione militare della regione di Zaporizhzhia.

L’allarme di Biden e Zelensky

Subito dopo Joe Biden ha parlato con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky per ricevere un aggiornamento sulla centrale nucleare di Zaporizhzhia, la più grande d’Europa. «Biden si è unito a Zelensky nel sollecitare la Russia di fermare le attività militari nell’area e consentire ai pompieri l’accesso al sito», ha fatto sapere la Casa Bianca. E Zelensky ha accusato Mosca di ricorrere al terrore nucleare e di voler ripetere il disastro di Chernobyl dopo aver sostenuto che le forze russe hanno sparato su una centrale nucleare. «Nessun paese diverso dalla Russia ha mai sparato contro le centrali nucleari. Questa è la prima volta nella nostra storia. Nella storia dell’umanità. Lo stato terrorista ora ha fatto ricorso al terrore nucleare», ha detto Zelensky in un video messaggio.

Video da: Nexta

Leggi anche: