Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La battaglia di Fedez e il precedente: la demielinizzazione e il rischio sclerosi multipla

Il rapper non ha specificato il problema di salute che i medici hanno scoperto. Ma aveva parlato della demielinizzazione in tv

Che cosa ha Fedez? Ieri il rapper ha annunciato con commozione che i medici hanno trovato «un problema di salute», aggiungendo che la diagnosi è arrivata abbastanza presto e così sarà possibile intervenire al meglio. Ieri l’annuncio ha scatenato la corsa alla solidarietà nei suoi confronti. La moglie Chiara Ferragni ha scritto su Instagram che «l’amore della mia vita avrà bisogno di un supporto in più». Fedez non ha specificato di quale malattia si parli. Ma il 5 dicembre 2019, ospite della trasmissione La confessione sul Nove, il rapper aveva detto: «Mi è stata trovata una cosa chiamata demielinizzazione nella testa, sono a rischio sclerosi multipla».


Le guaine mieliniche

La demielinizzazione è un processo patologico che fa scomparire le guaine mieliniche delle fibre nervose e fa proliferare le cellula della nevroglia, un tessuto che si trova all’interno dell’encefalo e del midollo spinale. Negli adulti la guaina mielinica può essere danneggiata a causa di un ictus, di alcune infezioni, del sistema immunitario o per l’abuso di alcool. Ma alcuni disturbi non hanno ad oggi una causa nota. Il più comune dei disturbi demielinizzanti primari è la sclerosi multipla. Il cui nome è dovuto proprio alle «molte zone di cicatrizzazione (sclerosi) che derivano dalla distruzione dei tessuti che avvolgono i nervi (guaina mielinica) nel cervello e nel midollo spinale». In tutto il mondo ne soffrono circa due milioni di persone.


Il Messaggero ricorda che all’epoca dell’annuncio di Fedez il dottor Paolo Maria Rossini, responsabile dell’area neuroscienze dell’Irccs San Raffaele di Roma, aveva spiegato cosa è la demielinizzazione: «I neuroni hanno un nucleo e poi dei prolungamenti. Uno di questi, il più importante, si chiama assone: sta in contatto con tutti gli altri neuroni, ed è circondato da una guaina mielinica, che può essere aggredita e distrutta. Quando accade, i neuroni colpiti perdono le loro funzioni. Nella sclerosi multipla, alcuni anticorpi “cattivi” aggrediscono la guaina mielinica e la distruggono in alcune zone. La si definisce infatti sclerosi multipla o sclerosi a placche proprio perché si formano placche di demielinizzazione in piccole aree», le sue parole.

Le altre patologie

Il Corriere della Sera aggiunge invece che un’altra patologia della demielinizzazione è la malattia di Schilder o sclerosi cerebrale diffusa. Il processo si manifesta di solito con sintomi diversi a seconda della zona del sistema nervoso centrale colpita. I sintomi riguardano comunque la perdita di funzione degli assoni privi della guaina mieliica. Nelle leucodistrofie si registrano alterazioni della mielina, mentre una delle malattie demielinizzanti del sistema nervoso periferico è la sindrome di Guillain-Barré.

Leggi anche: