Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

«Un generale ucraino si è offerto come ostaggio per far evacuare i bambini da Mariupol»

La cittadina è sotto i bombardamenti dei russi e i corridoi umanitari non vengono consentiti da giorni

Il generale Vyacheslav Abroskin si è offerto come ostaggio alle truppe russe in cambio dell’evacuazione dei bambini da Mariupol. Lo scrive il sito Nexta su Twitter pubblicando uno scatto del militare. La cittadina è attualmente distrutta dai bombardamenti dei russi e secondo Human Rights Watch sono molti i cadaveri di civili nelle strade. Il sindaco della cittadina Vadym Boychenko ha detto che in migliaia vengono deportati dai russi. Intanto per oggi, per la prima volta dopo molto tempo, Mariupol compare tra i corridoi umanitari concordati tra Russia e Ucraina.


Leggi anche: