Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Mancini rompe il silenzio dopo l’umiliazione di Palermo: «Prendiamoci tempo per riflettere. È dura da accettare dopo gli Europei»

Il ct azzurro non nasconde la frustrazione per la seconda esclusione dell’Italia dai Mondiali, soprattutto dopo: «la gioia totale» vissuta con il trionfo agli Europei

Nessun passo indietro, per ora, da parte di Roberto Mancini a due giorni dall’eliminazione della Nazionale italiana dai playoff per i Mondiali in Qatar. In un post su Instagram, il ct azzurro ha spiegato di voler prendere: «del tempo per riflettere e capire con lucidità. L’unica mossa azzeccata ora è rialzare la testa e lavorare per il futuro». Mancini ha ringraziato il pubblico di Palermo e tutti i tifosi: «che da sempre ci hanno trasmesso entusiasmo e affetto». Alle prese con l’umiliazione della seconda eliminazione consecutiva dalla qualificazione ai Mondiali, Mancini non nasconde tutta l’amarezza per la crisi in corso degli Azzurri, soprattutto dopo i fasti dello scorso anno in Inghilterra: «Il calcio a volte sa essere metafora spietata di vita. L’estate scorsa eravamo sul tetto d’Europa dopo aver portato a termine una delle imprese più belle della storia della Nazionale. Poche ore fa – ha aggiunto il ct – ci siamo risvegliati in uno dei punti più drammatici. Siamo passati dalla gioia totale a una frustrante delusione. È davvero dura da accettare, ma accogliere anche le sconfitte nella vita fa parte di un sano percorso di crescita umana e sportiva».


Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Roberto Mancini (@mrmancini10)


Leggi anche: