Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia
MONDO ArmiDonbassDroniJoe BidenPentagonoUcrainaUSA

Usa: nel pacchetto di Biden c’è anche Phoenix Ghost, il nuovo drone «suicida» per il Donbass

Fanno parte del pacchetto di armi da 800 milioni di dollari annunciato dal presidente americano

Nel pacchetto di armi da 800 milioni di dollari annunciato dal presidente americano Joe Biden, vi è una nuova tipologia di droni molto potenti, i Phoenix Ghost. Ne verranno inviati 121 all’Ucraina. Dotati di lettori ottici di ultima generazione e sensori a infrarossi, riescono a individuare il bersaglio fino a 40 kilometri, seguirlo, restare in attesa fino a sei ore prima di colpirlo e poi esplodere. Sono infatti definiti droni «suicida con sistema a senso unico». Si tratta di un aggiornamento tecnologico dei droni Switchblade, già utilizzati in Ucraina, ma con minore capacità di attendere in volo per individuare il bersaglio. I Phoenix Ghost sono stati implementati anche per la guerra in Ucraina, soprattutto per le battaglie nell’est del Paese e il loro obiettivo principale è l’attacco. A spiegarlo è il portavoce del Pentagono, John Kirby, il quale ha sottolineato in un briefing con la stampa che questi droni era già stati progettati prima che iniziasse l’invasione russa, ma sono «stati sviluppati rapidamente dall’Air Force in risposta a ciò di cui gli ucraini hanno bisogno in questo momento nel Donbass». A produrli è l’azienda tecnologica AEVEX Aerospace, con sede a Solana Beach, San Diego, in California, che è composta da tre società nel settore della difesa: Merlin Global Services, CSG Solutions e Special Operations Solutions.


Leggi anche: