Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

David di Donatello 2022, Mattarella: «La condanna alla Russia non può riguardare anche la cultura» – Il video

Il Presidente è intervenuto alla cerimonia svoltasi al Palazzo del Quirinale condotta da Pilar Fogliati

«La doverosa indignazione e la condanna (alla Russia) non possono certo riguardare la cultura, grandi spiriti del passato e le loro opere, che tanto hanno dato alla civiltà del mondo intero», ha dichiarato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, questa mattina in occasione della cerimonia di presentazione dei candidati ai premi cinematografici David di Donatello. «Sarebbe controproducente per la nostra Italia e la nostra Europa. Lacerare la cultura europea significherebbe assecondare quella logica di aggressione». Ha poi definito il conflitto in Ucraina «insensato», spiegando che non deve «mettere in discussione i legami spirituali e culturali che, nei secoli, si sono fortemente intrecciati nel mondo della cultura d’Europa. Non deve lacerare – ha aggiunto – quei preziosi legami tra i popoli europei che la cultura ha contribuito a costruire e a consolidare». Inoltre, ha evidenziato il ruolo del cinema italiano che «oggi è protagonista nella solidarietà con gli artisti ucraini».


La cerimonia si è svolta al Palazzo del Quirinale, condotta da Pilar Fogliati, e si è aperta con un un video curato da Rai Cultura a cui sono seguiti gli interventi di Piera Detassis, Presidente e Direttrice Artistica dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, e del Ministro della Cultura, Dario Franceschini. Il presidente Mattarella ha elogiato l’evento della consegna dei David e ha sottolineato che «la sua storia è così lunga e intensa ed è così radicata – grazie all’intraprendenza e alla tenacia del fondatore Gian Luigi Rondi – da costituire quasi un’enciclopedia del nostro cinema».


Video: Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev

Leggi anche: