Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Biden ha nominato una donna afroamericana come portavoce della Casa Bianca. È la prima volta nella storia degli Stati Uniti

44 anni, nati nell’isola di Martinica e cresciuta a New York, Karine Jean-Pierre sostituirà Jen Psaki il 13 maggio

Karine Jean-Pierre sarà la nuova portavoce della Casa Bianca, al posto di Jen Psaki. Il passaggio di consegne dovrebbe avvenire il 13 maggio. 44 anni, da due accanto al presidente Joe Biden, Karine Jean-Pierre sarà la prima donna afroamericana a ricoprire questo incarico. L’annuncio è stato fatto da Biden: «Karine non solo porta esperienza, talento e integrità necessari in questo difficile lavoro, ma continuerà a portare avanti la comunicazione del lavoro dell’amministrazione Biden-Harris. Jill ed io conosciamo e rispettiamo Karine da molto tempo e sarà una voce forte che parlerà per me e per questa amministrazione. Ringrazio Jen Psaki per aver alzato il livello, aver comunicato direttamente e sinceramente con il popolo americano e aver mantenuto il suo senso dell’umorismo». Nel 2008 Jean-Pierre aveva lavorato alla campagna presidenziale che poi ha portato alla vittoria di Barack Obama. Otto anni dopo, nel 2016, ha lavorato alla campagna per le primarie del Partito Democratico di Martin O’Malley, governatore del Maryland e sindaco di Baltimora. O’Malley si ritirò presto dalla corsa, vinta alla fine da Hillary Clinton che poi perse contro Donald Trump. Nata nell’isola caraibica di Martinica ma cresciuta a New York, Jean-Pierre vive nell’area di Washington insieme alla compagna Suzanne Malveaux, corrispondente dalla Cnn, con cui ha una bambina.


Leggi anche: