Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La teoria del complotto antisemita su Zelensky e il tridente ucraino di origini ebraiche

Tra le foto riportate nel meme complottista ci sarebbe anche un presunto “sigillo di Moloch”, ma non è quello della divinità: è di un gruppo musicale ucraino

Su Facebook sta circolando un’immagine che raffigura il presidente ucraino Volodymyr Zelensky mentre indossa una kippah, sopra alla quale appaiono tre simboli definiti come: lo stemma ucraino, un presunto “sigillo di Moloch” e la tamga dei cazari. Il meme sembra lasciare intendere che il leader di Kiev sia un adoratore di questi simboli o che ci sia comunque un collegamento tra l’Ucraina e la religione ebraica. L’immagine è, di fatto, un’opera di antisemitismo.

Per chi ha fretta

  • L’immagine vuole imporre l’idea di un collegamento tra il tridente simbolo dell’Ucraina e elementi religiosi, soprattutto con gli ebrei.
  • L’immagine viene diffusa con evidenti elementi antisemiti.
  • Il simbolo dell’Ucraina, il tridente, deriva dallo stemma di Vladimir il Grande (958-1015) della dinastia Rurik.
  • Il presunto “sigillo di Moloch” non è un simbolo religioso, ma quello di una band black metal ucraina.

Analisi

Riportiamo il testo di uno dei post (scritto tutto in maiuscolo) che condivide l’immagine:

MA A CHI STATE OSANNANDO?!
UN SIMULATORE CHE USA COI MASCHI KOKA-IN-OMAN…ASKENAZ KAZARO E ADORATORE di moloc?
ANCHE L’ALTRO…IL SUO NEMICO APPARENTE NON È TANTO MEGLIO….
CERCATE IL SIGNORE CRISTO GESÙ FINCHÈ VI È DATO E SIETE IN TEMPO …STA PER CHIUDERSI IL TEMPO DELLA GRAZIA E NON SAPRETE DOVE NASCONDERVI

L’elemento antisemita

L’immagine condivisa riporta in basso a destra uno dei classici stereotipi antisemiti, quello del naso adunco attribuito agli ebrei.

La caricatura è la stessa riportata dal sito dell’Osservatorio Antisemitismo: «è stata disegnata da un cartoonist neonazista ed è molto presente negli spazi web del radicalismo di destra dal 2004». L’osservatorio ne parla citando il “The Antisemitic Meme of the Jew“, uno studio del direttore dell’Online Hate Prevention Insitutute Andre Oboler su alcuni aspetti dell’antisemitismo nel web.

Nel sito dell’Enciclopedia dell’Olocausto viene riportato l’esempio di come nelle scuole antisemite veniva riportata la spiegazione di come era raffigurato il naso attribuito agli ebrei: «Illustrazione di un libro tedesco antisemita per bambini, DER GIFTPILZ (Il Fungo Velenoso), pubblicato nel 1935 a Norimberga, in Germania. La didascalia dice: “Il naso degli Ebrei è adunco; sembra un 6″».

La foto di Zelensky

La foto di sfondo, mostra Zelensky con indosso una kippah. È sufficiente una ricerca immagini inversa su Google per risalire all’origine della foto. La visita del presidente al Muro del Pianto, nel gennaio del 2020, come si può vedere nel sito ufficiale della presidenza.

Screenshot dal sito ufficiale

I simboli

I tre simboli mostrati sopra la foto sono nell’ordine, stando alla foto: lo stemma ucraino, il sigillo di moloch, e la tamga dei cazari. Noi di Open non siamo riusciti a trovare nessun indizio che potesse rivelare che Zelensky è un adulatore di Moloch o della tamga dei cazari. Quella che segue è una breve storia dei simboli per contestualizzarli.

Il tryzub ucraino

Ricercando su Google “simbolo dell’ucraina” è possibile scoprire che il nome corretto del simbolo è Tryzub. Usando questo termine di ricerca si può leggere la storia del simbolo sul sito ufficiale dell’Ucraina gestito dal Ministero degli Esteri del Paese. Da lì si apprende che il simbolo risale ai tempi della federazione Kievan Rus’ che ricopriva buona parte del territorio nel nord-est del continente europeo tra il nono e il tredicesimo secolo. Non viene fatta menzione del sigillo di Moloch, ne dei cazari.

Il simbolo deriva dal sigillo del Granduca di Kiev e principe di Novgorod, Vladimir il Grande (958-1015). Nell’immagine sopra riportata troviamo i vari sigilli usati nell’arco delle generazioni dalla dinastia Rurik.

Il sigillo di Moloch

Moloch è il nome di una divinità associata al fuoco che alla quale venivano fatti sacrifici in varie culture pre-romane del vicino oriente, tra queste quella ebraica, egizia e fenicia. Il suo sigillo, però, non è quello raffigurato nell’immagine condivisa su Facebook, bensì questo, come è possibile verificare effettuando una ricerca su Google con le parole chiave “Moloch sigil”.

Moloch Demon sigil" Poster by OmelaOccult | Redbubble

Il simbolo del gruppo Metal

L’immagine attribuita al “Sigillo di Moloch” è in realtà una patch in vendita (nel sito Depressiveillusions.com) di una band black metal ucraina: i Moloch di Sergiy Fjordsson (qui un esempio delle loro opere).

Il simbolo è presente all’interno di un logo più complesso riportato nella loro pagina Facebook (anche su Instagram):

La tamga dei cazari

La tamga sono simboli che venivano usati dai popoli nomadi dell’Eurasia fin dalla preistoria. I cazari furono una popolazione che visse nell’area caucasica e nord di essa il sesto e il decimo secolo. Si ritiene che intorno al VIII secolo parte dei cazari si sarebbe convertito al giudaismo. Come riportato dall’Anti-Defamation League (ADL), aree cospirative antisemite sostengono che l’invasione russa in Ucraina sia un mezzo per liberare il Paese dagli ebrei cazari. Ecco un esempio, pubblicato dal canale Telegram WeTheMedia che associa l’Ucraina al Deep State e alle teorie QAnon:

La tamga dei cazari ha effettivamente delle somiglianze con il Tryzub ucraino, ma non riscontriamo conferme di un legame stretto tra questi, come riportato nel libro “Viking Rus: Studies on the Presence of Scandinavians in Eastern Europe“: «This makes the assumption that the Rurik sign was originally a Khazarian tamga difficult to sustain».

Il tridente nei manifesti sovietici anti-ucraini

Non è la prima volta che il tridente viene utilizzato per diffamare il popolo ucraino. In un libro di Andriy Grechylo, esperto in scienze storiche e presidente della Società araldica ucraina, vengono riportate le vignette sovietiche anti-ucraine raffiguranti il tridente come simbolo di identificazione (come la Stella di David per gli ebrei, come in una delle figure riportate qui sotto).

Fonte: Radio Svoboda.

Conclusioni

Una foto diffusa su Facebook pare voler sostenere che il presidente ucraino Zelensky appartenga sia un adulatore di questi simboli antichi. Nel complesso l’immagine non dimostra nulla, e per farlo usa anche un simbolo – il sigillo di Moloch – che non è quello mostrato nella foto. Non esistono prove che Zelensky abbia nulla a che vedere con i simboli nell’immagine.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Leggi anche: