Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il governo di Kiev all’assalto di case e soldi russi, il premier Shmyhal annuncia i sequestri: «Li useremo per la ricostruzione»

La decisione del Consiglio dei ministri ucraino dà il via libera alla confisca di tutti i beni immobili e finanziari russi ancora presenti nel Paese

Scatta anche in Ucraina il sequestro dei beni russi, come già sta avvenendo da settimane nei Paesi europei dopo l’avvio delle sanzioni contro la Russia per l’invasione del 24 febbraio scorso. Il premier ucraino Denys Shmyhal, citato dall’agenzia Interfax Ucraina, ha annunciato un decreto con cui saranno sequestrati beni immobili e finanziari russi presenti in Ucraina. Tutte le ricchezze confiscate saranno trasferite in un Fondo nazionale per gli investimenti, sotto il controllo di Kiev: «Prenderemo ciò che la Russia possiede nel nostro Paese – ha detto il premier Shmyhal – e useremo questi fondi per rafforzare l’esercito, sostenere la popolazione e ricostruire il Paese».


Leggi anche: