Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il parlamento svedese: «Entrare nella Nato riduce il rischio di una guerra». Erdogan: «No all’ingresso di Stoccolma e Helsinki»

Il governo svedese dovrebbe prendere una decisione definitiva sulla domanda di adesione lunedì 16 maggio

L’ingresso della Svezia nella Nato ridurrebbe il pericolo di una guerra nell’Europa del Nord. A dirlo è un rapporto del Parlamento svedese in merito alla possibile adesione di Stoccolma all’Alleanza Atlantica. Secondo quanto emerso ieri, 12 maggio, il governo svedese dovrebbe prendere una decisione definitiva sulla domanda di ingresso nella Nato lunedì 16 maggio. L’esecutivo di Stoccolma ha convocato una riunione straordinaria per quel giorno. Dopo il vertice, dovrebbe essere presentata domanda formale, ha scritto il quotidiano svedese Expressen. La possibile adesione di Svezia e Finlandia alla Nato è al centro di tensioni con la Russia, che ha parlato di una «minaccia» per la propria sicurezza, dicendo che prenderà «contromisure». Sulla questione è intervenuto anche il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, schierandosi contro l’ingresso di Svezia e Finlandia nell’Alleanza.


Leggi anche: