Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La politica fibrilla per quel post (non suo) che Grillo ha rilanciato con una frase antipopulista di Einstein

Il post del fondatore del M5s arriva nel pieno dell’ennesima fase critica per il M5s nella maggioranza di governo, in contrasto con il premier Draghi soprattutto per l’invio delle armi in Ucraina

Si intitola «La maggioranza è sempre in errore» il nuovo post pubblicato sul blog di Beppe Grillo, che il fondatore del M5s ha rilanciato sui social mentre il MoVimento è alle prese con lo scontro nella maggioranza di governo in particolare sull’invio delle armi in Ucraina. Su Twitter, Grillo ha rilanciato l’articolo a firma di Paul Rulkens con una citazione attribuita ad Albert Einstein in cui si dice: «Colui che segue la folla non andrà mai più lontano della folla. Colui va da solo sarà più probabile che si troverà in luoghi dove nessuno è mai arrivato». Un messaggio che pare diretto ai vertici del M5s, con Giuseppe Conte che fino a pochi giorni fa cercava faticosamente di confermare la disponibilità a far parte del cosiddetto “campo largo” assieme al Pd, dopo aver accusato agli inizi di maggio i dem di «non rispettarlo». E comunque con la precisazione che la coalizione non si presenti alle prossime elezioni come un campo «indistinto e indiscriminato».


Nell’articolo ospitato sul blog di Grillo, Rulkens spiega che «viviamo in un mondo nel quale le domande saranno anche le stesse, sono le risposte che sono cambiate. In altre parole, ciò che vi ha portati fin qui non potrà condurvi oltre. E se si desiderano risultati mai ottenuti finora, vuol dire che bisogna cominciare a fare cose mai fatte prima». L’autore prosegue poi stimando che il «3% delle persone è in grado di raggiungere risultati straordinari. Ciascuno di voi può entrare a far parte di quel 3% se decide, a partire da oggi, di rompere con gli standard e con le norme di settore. L’alternativa, naturalmente, è andare a far parte del 97% che, in fin dei conti, lavora per quel 3%. A partire da oggi – conclude – la scelta sta solamente a voi».


Leggi anche: