Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La teoria del complotto del simbolo degli illuminati nella banconota ucraina «emessa dopo il 2014»

Da molti è stato interpretato come un simbolo massonico: a causa delle controversie è stato eliminato nella versione stampata dal 2015

Massoneria, George Soros, Illuminati: chi sostiene che ci sia questo e molto altro dietro la politica dell’Ucraina ha una nuova presunta prova per dimostrarlo. E risiede nel disegno di un occhio presente su una banconota che, secondo la teoria del complotto diffusa online, sarebbe stato aggiunto dopo il 2014. Scacco matto per il Nuovo Ordine mondiale? Non proprio.

Per chi ha fretta:

  • Un controverso simbolo sulla banconota ucraina ha portato molti utenti a pensare all’occhio degli illuminati e a supporre oscure manovre di Soros e dell’Ordine mondiale dietro le manovre politiche di Kiev.
  • In realtà l’immagine deriva da un disegno dell’artista Hryhoriy Skovoroda, il cui ritratto è presente sulla parte anteriore della banconota.
  • La banconota non è stata emessa dopo il 2014, ma dal 2006.
  • Proprio a causa delle controversie generate dalla banconota, dall’11 aprile 2016 è stata messa in circolazione una sua nuova versione dove non compare il simbolo incriminato.

Analisi

«Banconota Ucraina 🇺🇦 Kiev 2014 (l’anno del colpo di stato finanziato da Soros lo ha detto lui alla Cnn di averlo fatto) e il simbolo degli illuminati, tutto era già pianificato, quando hai questo simbolo sulla moneta manco Dio ti può più salvare. Avete visto in un paese dove prendono 60 euro al mese di pensione come i Militari al servizio de nuovo ordine mondiale son ben attrezzati?».

Uno dei post Facebook che condivide la teoria.

Nonostante la struttura un po’ creativa, il messaggio che sta comunicando questo utente è chiaro: la politica ucraina è manovrata dalla lobby degli Illuminati. Stessa teoria circolata anche su Facebook, dove un utente per esempio scrive: «Illuminati e NWO (Nuovo Ordine Mondiale, ndr) sulle banconote ucraine: il vero motivo per il quale Putin sta rovesciando il regime terrorista-globalista in Ucraina. Unire i puntini e spegnere la TV».

La foto in allegato ai post non è stata photoshoppata. La banconota ucraina da 500 grivnia (equivalente a circa 16,28 euro) presentava davvero il seguente aspetto: sul davanti, il volto che si vede è quello dell’artista Hryhoriy Skovoroda, a destra del quale vediamo l’immagine del piccolo Stemma di Stato della Nazione e la scritta “UCRAINA” in marrone scuro.

Lo sfondo della parte centrale della banconota forma l’immagine di una fontana con la scritta “Disuguale uguaglianza per tutti” – un disegno d’autore di Hryhoriy Skovoroda. Ma è girando la banconota che troviamo quello che stavamo cercando: lo sfondo della parte centrale del retro della banconota forma l’immagine dell’edificio dell’Accademia Kyiv-Mohyla, il cui colore cambia dal verde al blu. Sotto l’immagine, a sinistra, c’è la scritta “Kyiv 2006” in verde. Sopra l’immagine dell’edificio, a destra del centro, c’è un elemento decorativo sotto forma di un’immagine negativa del sigillo dell’Accademia Kyiv-Mohyla, che fu usata nel diciottesimo secolo. A sinistra dell’edificio c’è un’immagine grafica del disegno dell’autore Hryhoriy Skovoroda (il “Triangolo pitagorico”, a cui – secondo quanto spiega il sito del governo ucraino – Skovoroda conferiva un profondo significato simbolico e filosofico).

Pare che il “Triangolo pitagorico” rappresentasse per Skovoroda l’idea di 3 mondi: l’universo, l’uomo e la “realtà simbolica”. Un cerchio che voleva richiamare il ciclo della vita, ma che sin da subito non è rimasto immune alle polemiche. Fino al punto che, proprio a causa dell’occhio protagonista dello scandalo, la grafica del banconota è stata cambiata: «nel 2016 [l’occhio] è stato portato via a causa delle lamentele degli ucraini secondo cui si trattava di un segno massonico», ricostruiscono i media locali. Nel sito ufficiale del governo, infatti, vediamo che nella banconota messa in circolazione dall’11 aprile 2016 non c’è traccia dell’occhio inscritto nel triangolo.

Conclusioni

Non c’è alcuna prova che l’occhio sulla banconota sia il simbolo di oscure mire del Nuovo ordine mondiale sull’Ucraina. Inizialmente era stato inserito come tributo alle opere di Hryhoriy Skovoroda, l’artista il cui ritratto appare sulla parte anteriore dei 500 grivnia, ma per evitare polemiche il simbolo è stato tolto nelle nuove banconote stampate dal 2015.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Leggi anche: