Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Costa ottimista sull’addio delle mascherine in classe (a settembre): «Ci sono le condizioni: non possiamo fallire»

Per il momento il governo ha «una sensibilità diversa» ammette il sottosegretario alla Salute. Ma per il prossimo anno scolastico si dice certo che si possa rientrare in classe a volto scoperto e soprattutto in presenza

Quello in corso potrebbe essere l’ultimo anno scolastico trascorso con le mascherine in classe. L’obiettivo che secondo il sottosegretario alla Salute Andrea Costa a Rainews24 non si potrà fallire: «è quello di ricominciare il nuovo anno scolastico non solo in presenza ma senza mascherine». Se l’obiettivo già oggi può essere immaginato è grazie ai dati in costante miglioramento sull’andamento pandemico del Coronavirus, come conferma anche l’ultimo monitoraggio Iss. Un fenomeno dovuto secondo Costa soprattutto grazie al fatto che «siamo di fronte a una popolazione che per il 92% è vaccinata. Contestualmente c’è anche l’allentamento delle misure restrittive, ma questo è stato possibile grazie al piano di vaccinazione e alla responsabilità dei cittadini che hanno aderito alla campagna vaccinale».


A fronte di questa situazione, Costa è sicuro che ci siano «le condizioni per togliere le mascherine durante le attività didattiche», anche se per il momento il governo «ha sensibilità diverse». La decisione secondo il sottosegretario arriverebbe più per «interpretazione politica» che per una valutazione scientifica: «Ha prevalso questa linea di tenere le mascherine ma ormai siamo agli sgoccioli dell’anno scolastico e l’obiettivo che non possiamo permetterci di fallire è ricominciare il nuovo anno scolastico non solo in presenza ma senza le mascherine».


Leggi anche: