Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

PSG, via alla rivoluzione: niente Mourinho, ecco Campos con Galtier

Il presidente Al-Khelaïfi rivoluziona il PSG per rincorrere la Champions League. Fuori Pochettino, dentro Galtier e dietro la scrivania il duo Campos-Antero. Con Mbappé al centro di tutto

L’ennesimo campionato vinto non basterà neanche a Mauricio Pochettino per salvare la panchina. La cocente eliminazione in Champions League subita per mano del Real Madrid, e la conseguente rincorsa fallita alla vittoria, sono state determinanti per l’ennesimo cambio. Dopo Ancelotti, Blanc, Emery e Tuchel, il presidente Al-Khelaïfi cambierà ancora, rivoluzionando il nuovo PSG targato Mbappé.


ANSA / MATTEO BAZZI | Kylian Mbappè in posa davanti ai fotografi in occasione del Best FIFA Football Awards 2019, Milano, Italia, 23 settembre 2019.

La Champions è diventata un’ossessione, per questo, dopo l’addio a Leonardo, alla nuova dirigenza responsabile del calciomercato formata dal duo AnteroCampos è stato dato mandato di trovare un nuovo allenatore. Un big ovviamente, in grado di vincere anche in Europa, il più grande cruccio del presidente qatariota. Ma il recente tentativo con José Mourinho è andato male. Nonostante il grande rapporto tra l’allenatore e il dirigente portoghese. Lo Special One almeno la prossima stagione non si muoverà da Roma, così le attenzioni del PSG si sono spostate su Christophe Galtier.


EPA/SEBASTIEN NOGIER | L’allenatore francese Christophe Galtier dà indicazioni ai suoi giocatori durante il match di Ligue 1 Nizza – Nantes, Allianz Riviera Stadium, Nizza, Francia, 14 gennaio 2022.

L’attuale allenatore del Nizza è stato la bestia nera proprio del PSG nel campionato 2020-2021, quando dopo anni di dominio parigino riuscì con il suo Lille a vincere la Ligue 1. E’ lui il primo nome della lista per il dopo Pochettino, con il quale bisognerà trovare un accordo economico per la separazione. Rimane il sogno Zidane, ma la lunga opera di convincimento di tutto il mondo PSG non sembra aver fatto breccia nell’ex allenatore del Real Madrid. Ennesimo cambio, ennesima rivoluzione. Con al centro di tutto il giocatore più forte del mondo. In panchina un allenatore francese e dietro la scrivania Campos, il suo scopritore ai tempi del Monaco.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: