Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Al Senato la sfuriata anti-Ucraina della No vax Granato, la sparata contro Kiev e il nazismo: «Siamo in pericolo» – I video

Con la senatrice passata oggi al movimento «Ancora Italia» c’era anche il fotoreporter Giorgio Bianchi, apparso nella lista dei presunti filo-putiniani diffusa dal Corriere della Sera

«Siamo tutti in grave pericolo» avverte la senatrice Bianca Laura Granato a proposito della guerra in Ucraina e quello che secondo l’ex M5s è l’atteggiamento dell’Italia nei confronti dell’invasione russa: «un Paese subalterno a interessi economici-finanziari dove si è passati da una pandemia a una guerra inutile». Mentre il Senato è sostanzialmente deserto con i parlamentari impegnati nella campagna elettorale per le Comunali e il referendum sulla Giustizia, Granato, già nota per le sue posizioni No vax, approfitta per inscenare un vero e proprio show anti-Ucraina nella sala Nassirya di palazzo Madama, dove ha annunciato l’adesione al gruppo «Ancora Italia».


Il fotoreporter Bianchi e l’allarme nazismo

Con lei il fotoreporter Giorgio Bianchi, già inserito nell’elenco diffuso dal Corriere della Sera sui presunti filo-putiniani. Duro contro Kiev anche il fotoreporter, secondo cui: «Stiamo andando verso il nazismo. I pensieri difformi non devono avere diffusione. Se non poniamo un freno faremo la stessa fine dell’Ucraina, dove governa una minoranza». Bianchi rilancia l’accusa al presidente Volodymyr Zelensky di aver «messo a tacere l’opposizione», sostenendo poi che secondo lui in Ucraina: «i giornalisti sono stati ammazzati e silenziati». Mentre in Italia: «non ci sono bocche da cucire partiti e intellettuali sono tutti allineati».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: