Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Berrettini, rientro vincente dopo l’infortunio: batte Murray e trionfa a Stoccarda

Per il tennista romano è il sesto titolo in carriera: «Da ragazzo lo guardavo e mi sembra impossibile essere qua davanti a lui»

Matteo Berrettini ha vinto il torneo di Stoccarda. Il tennista italiano ha battuto in finale lo scozzese Andy Murray con il punteggio di 6-4 5-7 6-3. Berrettini era al rientro dopo 84 giorni di stop a causa di un intervento chirurgico alla mano destra. «L’ultima cosa che avrei pensato, venendo qui, era di vincere», ha commentato il tennista nel discorso successivo alla vittoria: «Tornare così dopo la prima operazione della mia vita… Tre anni fa qui riuscii a vivere una delle migliori settimane della mia vita sportiva, qui ho giocato sempre meglio partita dopo partita».


Giocare contro Murray è stato «un onore»

Berrettini ha speso parole di apprezzamento anche per il suo avversario britannico, che definisce «un combattente incredibile»: «Da ragazzo lo guardavo e mi sembra impossibile essere qua davanti a lui. Oggi è stato difficile poi, a un certo punto, era chiaro che Andy fosse infortunato. Mi spiace per lui, è stato un onore giocare contro un grandissimo come Murray». Non sono mancati infine i ringraziamenti al proprio team: «Senza di loro – conclude Berrettini – non sarei qui. Abbiamo passato tempi duri, non ero sicuro di giocare questo torneo e ora ho il trofeo in mano. Grazie ragazzi». Ieri, 11 giugno, dopo la vittoria in semifinale contro il tedesco Oscar Otte sull’erba di Stoccarda, Berrettini aveva commentato: «Questo è il mio livello. Ho dimostrato ancora una volta di essere a mio agio su questa superficie, e a questo livello di tennis». Per il tennista romano, quello conquistato a Stoccarda è il sesto titolo in carriera.


Leggi anche: