Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il falso documento del Ministero della Difesa ucraino sui biolaboratori diffuso dai media russi

Il media filogovernativo russo Izvestia ha diffuso l’immagine – sgranata – di un documento attribuito al Ministero della Difesa ucraino, ma questo contiene diversi errori

Circola un presunto documento segreto nel quale il Presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, avrebbe ordinato la distruzione dei presunti documenti compromettenti che proverebbero l’esistenza dei biolaboratori che, secondo la narrazione diffusa dai filorussi, sarebbero gestiti in accordo con gli Stati Uniti per creare armi biologiche. Non solo, viene citata anche la società Metabiota che viene associata a sua volta con Hunter Biden, figlio del Presidente degli Stati Uniti. A diffondere il documento è stato il sito filogovernativo russo Izvestia attraverso il proprio canale Telegram lo scorso 14 giugno 2022, ma risulta contenere diversi errori.

Per chi ha fretta

  • Il documento diffuso dal media filogovernativo russo Izvestia è molto sgranato e di pessima qualità, elementi che permettono di nascondere eventuali errori commessi dalla manipolazione di un programma di fotoritocco.
  • I riferimenti alle norme ucraine risultano sbagliati.
  • Il modo in cui vengono riportati gli indirizzi risulta scorretto e non corrispondente all’ucraino.
  • Non è la prima volta che vengono diffusi documenti contraffatti e tradotti dal russo all’ucraino, in malo modo come nel caso in esame.

Analisi

Ecco il post Telegram del sito filogovernativo russo Izvestia:

Il testo è stato tradotto in italiano con Google Translate e riproposto attraverso altri social come Facebook:

Un documento segreto del Ministero della Difesa dell’Ucraina è apparso a disposizione di Izvestia. Dice che Vladimir Zelensky ha firmato un decreto sulla distruzione di tutti questi dipendenti delle imprese ucraine che hanno collaborato con i laboratori biologici militari statunitensi di Metabiota e il Battelle Memorial Institute.

Secondo il documento, i dati del personale militare, dei dipendenti civili e del personale di tre organizzazioni sono soggetti a distruzione: il Centro per la salute pubblica dell’Ucraina, l’Istituto ucraino contro la peste. Mechnikov e Zhytomyr Laboratory Center for Transport.

Altri, invece, hanno pubblicato articoli pubblicati da siti come Thestoriest.com o Truereport.net, riportando una descrizione con un italiano corretto:

Kiev ha ordinato di distruggere i documenti dei dipendenti dei laboratori statunitensi

Un documento segreto del Ministero della Difesa dell’Ucraina è apparso a disposizione di Izvestia. Dice che Vladimir Zelensky ha firmato un decreto sulla distruzione di tutti i dati dei dipendenti delle imprese ucraine che hanno collaborato con i laboratori biologici militari statunitensi di Metabiota e il Battelle Memorial Institute.

Gli errori russi del documento

A verificare il documento sono stati i colleghi di Insider lo scorso 15 giugno 2022. Nella loro analisi, sono stati riscontrati diverse anomalie che riconducono a un documento inizialmente scritto in russo e poi tradotto in ucraino (non è la prima volta che accade: link).

In alto a destra viene riportata la dicitura «п.1.13ВДТ-2020», un riferimento a un’ordinanza pubblica del 2020 dei Servizi di sicurezza dell’Ucraina riguardo le informazioni che costituiscono segreto di Stato. Ciò che risulta anomalo è non esiste un paragrafo 1.13 nel documento.

Esiste un paragrafo 1.1.3, come evidenziato da Insider, ma questo riguarda i documenti relativi al comando e la gestione delle forze armate, non di istituzioni mediche.

Il vero paragrafo dell’ordinanza del 2020.

Tra i principali errori c’è quello relativo all’indirizzo in alto a destra, dove la scritta «via» viene riportata con la parola «ул» e non con la versione ucraina «вул», come correttamente riportato nei documenti e nei siti ufficiali. Cercando l’indirizzo della sede dei Servizi di sicurezza dell’Ucraina («Служба безпеки України») possiamo notare questa differenza:

Ulteriore anomalia è presente nell’indirizzo dei Servizi di sicurezza dell’Ucraina: la parola «sicurezza» («безпеки») è scritta in maiuscolo («Безпеки»), mentre questa viene riportata in minuscolo nei documenti ufficiali.

Conclusioni

Nel corso dell’invasione russa in Ucraina sono stati diffusi diversi documenti falsi a favore di Mosca (qui) o di Kiev (qui). Il documento diffuso dal media filogovernativo russo Izvestia, oltre ad essere estremamente di bassa qualità (impedendo l’individuazione di eventuali modifiche con un programma di fotoritocco), presenta diversi errori che indicano come lo stesso sia stato tradotto dal russo all’ucraino. I riferimenti alle norme ucraine, inoltre, risultano sbagliati per il tipo di documento e le presunte intenzioni.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Leggi anche: