Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Bonus 200 euro, via alle domande sul sito dell’Inps. Ecco il percorso per ottenere l’incentivo

La misura può essere richiesta entro settembre o ottobre 2022 a seconda della categoria di appartenenza

L’Inps ha ufficialmente attivato il servizio online per richiedere il bonus 200 euro. La misura contro il carovita prevista dal Decreto Aiuti è stata decisa dal governo Draghi per sostenere gli italiani alle prese con inflazione e bollette alle stelle e prevede la presentazione di una domanda con scadenze che variano a seconda della categoria a cui si appartiene. I 31,5 milioni di cittadini a cui è rivolto l’incentivo potranno  accedere alla home page del sito dell’Inps, seguire il percorso “Prestazioni e servizi“, poi Servizi” e infine Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”. Una volta entrati con il proprio Spid sarà necessario selezionare la categoria di appartenenza.


I tempi

Possono difatti presentare domanda tutti i lavoratori domestici; i titolari di rapporti di collaborazione continuativa; gli stagionali a tempo determinato e intermittenti; gli iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo; gli autonomi occasionali privi di partita IVA; gli incaricati alle vendite a domicilio. La scadenza per presentare la domanda varia a seconda della categoria coinvolta. I lavoratori domestici hanno tempo fino al 30 settembre, dopodiché il pagamento sarà disponibile entro pochi giorni dalla domanda, già per il mese di luglio. Per tutte le altre categorie il termine ultimo per la presentazione della domanda è il 31 ottobre, e il pagamento sarà disposto a partire da ottobre stesso.


Chi eroga i 200 euro

I dipendenti, pubblici e privati, potranno ricevere l’indennità dai propri datori di lavoro. Il sostegno verrà riconosciuto a condizione che il lavoratore dichiari di non essere titolare di trattamenti pensionistici, a carico di qualsiasi forma previdenziale, di trattamenti di accompagnamento alla pensione e di Reddito di Cittadinanza. Per far questo sarà necessario consegnare al datore un’autodichiarazione scritta, non necessaria però per i dipendenti pubblici, già controllati e gestiti dal sistema informatico del MEF. Se il lavoratore privato svolge più di un’attività in modo part-time potrà presentare una sola dichiarazione al datore che pagherà l’indennità.

La domanda di bonus da parte dei lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti, nonché degli iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo deve essere presentata esclusivamente se tali lavoratori non percepiscono il bonus direttamente dal datore di lavoro. Mentre i beneficiari delle indennità Covid-19 e i titolari delle prestazioni NASpI e DIS-COLL nel mese di giugno 2022, otterranno l’erogazione del bonus 200 euro da parte dell’Inps, senza necessità di inoltrare la domanda.

Patronato e numero verde

Oltre al percorso sul sito dell’Inps, le indennità potranno essere richieste tramite il servizio di Contact Center Multicanale. Ovvero telefonando al numero verde 803.164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06.164164 da rete mobile (a pagamento). È possibile presentare domanda anche attraverso gli Istituti di Patronato.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: