Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Fonseca torna in panchina: sarà il nuovo allenatore del Lille

Il tecnico portoghese torna in panchina dopo essersi lasciato alle spalle la fuga dall’Ucraina. Riparte dalla Ligue 1 dopo l’esperienza alla Roma

Adesso Paulo Fonseca è davvero pronto per un nuovo inizio. Perché dopo essersi lasciato alle spalle i ‘giorni più difficili della sua vita‘ ed essere fuggito insieme alla famiglia dagli orrori della guerra in Ucraina, il portoghese vuole tornare a lavorare sul campo. Lo farà in Francia, sulla panchina del Lille, che lo ha scelto come nuovo allenatore al posto di Jocelyn Gourvennec. L’annuncio ufficiale è atteso nelle prossime ore, visto che Fonseca è sbarcato nelle Fiandre nella mattinata di oggi. Nel frattempo i Girondini continuano ad essere protagonisti del calciomercato soprattutto per quanto riguarda le cessioni: dopo aver salutato Botman infatti in uscita ci sono anche Renato Sanches e Celik.


Ritorno in pista dopo la Roma

ANSA/ETTORE FERRARI | Paulo Fonseca e il Direttore Generale della Roma Tiago Pinto prima di Roma-Manchester United FC allo stadio Olimpico di Roma, 06 maggio 2021

Fonseca tornerà ad allenare una squadra dopo essersi concesso un anno di pausa, in seguito alla fine della sua esperienza alla Roma. Quella dei giallorossi infatti è stata l’ultima panchina occupata dal tecnico portoghese – ma nato in Mozambico – prima di lasciare il posto al connazionale José Mourinho. L’esperienza nella Capitale non può definirsi totalmente negativa: al primo anno nella Capitale ha terminato il campionato al quinto posto mentre, nell’ultima stagione, ha strappato in extremis la qualificazione alla Conference League piazzandosi settimo ma, allo stesso tempo, ha condotto la squadra fino alla semifinale di Europa League. A sette anni di distanza dunque, Fonseca si prepara a percorrere un cammino inverso rispetto a quello del collega Rudi Garcia, che nel 2015 aveva salutato il Lille – dopo aver vinto il titolo – per trasferirsi alla Roma su chiamata di Walter Sabatini.


La fuga da Kiev

EPA/MANUEL DE ALMEIDA | Paulo Fonseca e la moglie Katerina Fonseca all’aeroporto Humberto Delgado dopo la fuga dall’Ucraina, Lisbona 28 febbraio 2022

Quello che per Fonseca doveva essere un anno sabbatico, si è rivelato il più complicato della sua vita. Dopo la fine dell’esperienza in Italia infatti il tecnico aveva deciso di tornare in Ucraina, il Paese dove si è costruito un nome alla guida dello Shakhtar Donetsk e dove ha trovato l’amore conoscendo l’attuale moglie Katerina. L’inizio della guerra e l’invasione voluta da Vladimir Putin hanno costretto la famiglia Fonseca alla fuga, dopo giorni di terrore trascorsi nella capitale ucraina senza la possibilità di poter scappare. A portare in salvo l’allenatore insieme alla moglie a al figlio di tre anni è stata l’ambasciata portoghese, mettendo a disposizione un pullmino che ha condotto Fonseca e altri connazionali in Romania al termine di un viaggio durato più di 12 ore. Momenti difficili, che Fonseca si è lasciato alle spalle. La testa del tecnico adesso è tutta sul Lille.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: