Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Milan, ansia sul mercato: da Renato Sanches ai rinnovi della dirigenza

Il mercato del Milan fatica ad entrare nel vivo tra l’attesa dei rinnovi di Maldini e Massara e gli acquisti di Renato Sanches e Botman

Sono giorni di attesa quelli in casa Milan, non tanto per il lavoro continuo della dirigenza rossonera, quanto per la poca fluidità operativa tra proprietà (nuova) e top management. Che in termini di calciomercato si traduce in rallentamenti nelle trattative e poca tempestività nella loro chiusura. A Milanello inizia ad arrivare quello stato d’ansia figlio della mancata chiarezza, che sul mercato si traduce in rallentamenti nelle trattative, a partire dagli obiettivi dichiarati di Renato Sanches e Botman. Cercando prima possibile di ufficializzare i rinnovi di contratto di Paolo Maldini e Ricky Massara, entrambi in scadenza a fine mese. Il lavoro per la costruzione del Milan del futuro è quotidiano e tutti sono d’accordo nel continuare insieme, ma ancora mancano le firme e il tempo stringe.


Ansa | Il direttore dell’area tecnica Paolo Maldini (s) e il direttore sportivo Frederic Massara (d)

La concorrenza del PSG

Fluidità. In questo momento in casa Milan è quell’intangibile che ancora manca, dopo il recente cambio di proprietà. Definizione dei ruoli, con la stesura dei contratti e programmazione economica del futuro rossonero sono le urgenze a Milanello. Ma ancora su questi argomenti chiarezza non c’è. Per questo ogni trattativa rimane in quello stand by pericoloso che espone i rossoneri agli attacchi delle pretendenti. Come il Paris Saint Germain che nelle ultime ore si è fatto prepotentemente sotto per Renato Sanches. Il calciatore del Lille piace molto ai parigini che vogliono approfittare del ritardo dei rossoneri nella chiusura dell’affare, nonostante l’operazione sia ormai impostata e in via di definizione da tempo. Al PSG è arrivato il nuovo direttore sportivo Luis Campos, lo stesso dirigente che portò Renato Sanches al Lille nell’estate del 2019. A Parigi inoltre il centrocampista portoghese potrebbe ritrovare Galtierpronto a diventare il nuovo allenatore – con cui ha vinto il titolo in Francia. Tra ritardi rossoneri, affondi parigini e ricordi delle Fiandre, se il PSG dovesse davvero affondare il colpo per Sanches, il Milan è ben consapevole che l’affare potrebbe essere a rischio.


L’accordo con Sanches c’è

Ormai da tempo il Milan ha individuato in Renato Sanches il centrocampista per sostituire Kessié – che andrà al Barcellona a parametro zero – ma la concorrenza del PSG inizia a farsi pressante e serve chiudere il prima possibile. I rossoneri hanno da tempo l’accordo con il calciatore per un ingaggio da 3 milioni di euro a stagione, mentre con il Lille si continua a lavorare per un’operazione tra i 15 e i 18 milioni di euro.

Leggi anche: