Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Incendi a Roma, la denuncia dei pompieri: «Noi senza più uomini e autobotti»

I sindacati: 200 uomini in meno, mancano anche i mezzi

Roma brucia per gli incendi e i vigili del fuoco restano senza mezzi e uomini. L’edizione romana di Repubblica racconta che durante i roghi dei giorni scorsi i residenti di Ostia hanno chiesto un intervento alla caserma di via Celli. Dopo aver atteso un’ora si sono presentati ai cancelli e si sono sentiti rispondere che tutti i mezzi erano al lavoro su un altro incendio ad Ardea. Altri due interventi richiesti lunedì scorso sono stati disertati per lo stesso motivo. Ovvero la mancanza di uomini e mezzi. «Siamo sotto organico di circa 200 unità- denuncia Riccardo Ciofi, il segretario generale Fns Cisl di Roma e Rieti – su 1300 uomini, 1150 sono effettivamente operativi, gli altri 150 sono dislocati in altre sedi istituzionali. Così non si può mettere in piedi il dispositivo che sarebbe necessario»


Se i vigili del fuoco finiscono l’acqua

«Il risultato è che lunedì a Casalotti, come sul rogo che è divampato all’Enea sull’Anguillarese, i pompieri hanno finito l’acqua». In particolare a Casalotti, fuori dal Grande Raccordo Anulare, sono intervenute solo due Aps da 250 litri: «Le autobotti ne portano ottomila di litri – spiega Ciofi – ma non ci sono gli uomini che le guidano». E questo perché «anni fa sono stati rivisti i criteri del concorso per entrare nel Corpo. La selezione non è più per mestieri, chi entra magari non ha la patente, non la prende e il risultato che a Roma c’è un deficit di 90 autisti nella pianta organica: si cerca di tamponare l’emergenza richiamando le persone che staccano il turno o facendo guidare i capi squadra. La sofferenza è endemica, noi ce ne rendiamo conto, il dipartimento centrale sembra di no».


Intanto la procura ha deciso di aprire un’inchiesta per incendio colposo in relazione al maxirogo che ha interessato ieri la zona di via Aurelia, con 35 persone intossicate e il fumo che si è propagato fino ad arrivare nel centro storico della Capitale. A Roma i vigili hanno effettuato oltre 400 interventi nelle ultime 72 ore, 170 solamente ieri. Di questi, 90 hanno riguardato l’incendio di sterpaglie, colture e boschi. Le zone più colpite dai roghi, oltre a Ostia e Ardea, sono state Velletri, Marcellina, Pomezia, Tor Carbone, Montecompatri, Albano Laziale, Lunghezza e San Gregorio da Sassola. E gli incendi hanno riguardato anche appartamenti, autovetture e cassonetti. Una 62enne è morta all’interno di un appartamento andato a fuoco al piano terra di una palazzina in via Seneca, nel quartiere romano di Trionfale.

Foto copertina da: SkyTg24

Continua a leggere su Open

Leggi anche: