Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

In gita scolastica a un comizio di Conte: Italia Viva presenta un’interrogazione su una maestra di Canosa

La difesa della docente afferma che lei si trovava in ferie quel giorno e che sarebbe stata una collega ad accompagnare gli studenti

Una maestra elementare avrebbe accompagnato i suoi alunni a un comizio elettorale di Giuseppe Conte durante l’orario scolastico. Italia Viva ha presentato così un’interpellanza urgente al ministro dell’Istruzione. A firmare, oltre alla capogruppo Maria Elena Boschi, ci sono i deputati Gabriele Toccafondi e Massimo Ungaro che chiedono di sapere le dinamiche esatte della vicenda. Sarebbe successo a giugno a Canosa, in provincia di Barletta (Puglia), una delle tappe di Conte durante la campagna elettorale delle amministrative che aveva come candidato sindaco l’uscente Roberto Morra. Nel testo di Italia Viva viene segnalato che nella lista di Morra era presenta anche una maestra dell’istituto Carella, responsabile degli alunni portati in piazza al comizio di chiusura del leader 5 stelle Conte.


«Qui – si legge nel testo – i bambini sarebbero stati fatti salire sul palco per lanciare dei palloncini contenenti “pensierini contro la guerra”, un pretesto utilizzato da una delle insegnanti, collega della candidata, per giustificare la presenza dei piccoli sul palco». Secondo quanto riportano i deputati, i genitori dei bambini non erano a conoscenza della cosa, pertanto chiedono un’ispezione ministeriale che accerti la questione, individui i responsabili e intraprenda azioni di risposta. La difesa della docente afferma però che lei si trovava in ferie quel giorno e che sarebbe stata una collega ad accompagnare gli studenti a un progetto, ma una pioggia improvvisa avrebbe stravolto i piani e i bambini si sarebbero riparati sotto i gazebo dell’evento.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: