Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Delusione Tamberi: soltanto quarto nel salto in alto ai Mondiali di atletica: «L’oro arriverà ma prima devo guarire»

A 2.30 ha mancato due volte l’obiettivo, ma alla terza ce l’ha fatta. Poi è arrivato a 2.33 nonostante le non perfette condizioni fisiche

Gianmarco Tamberi arriva al quarto posto nella gara di salto in alto ai Mondiali di atletica in corso a Eugene, in Oregon. L’azzurro si è fermato a 2.35 dopo aver saltato al secondo tentativo 2.33. L’atleta marchigiano campione olimpico ha superato agevolmente le prime prove, con l’asticella a 2.19, 2.24 e 2.27. A 2.30 ha mancato due volte l’obiettivo, ma alla terza ce l’ha fatta. Poi è arrivato a 2.33 nonostante le non perfette condizioni fisiche. La medaglia d’oro l’ha conquistata il qatariota campione olimpico Mutaz Essa Barshim. L’argento al sudcoreano Woo che non ha superato 2.39. Terzo posto per l’ucraino Protsenko con 2.33 al primo tentativo. Ai microfoni della Rai Tamberi si è detto soddisfatto: «L’oro mondiale? Arriverà. Diciamo che se arrivo quarto in queste condizioni, ho tutte le carte in regola. Adesso vediamo se è il caso di rischiare per gli Europei di Monaco: qui mi sono messo in gioco ma ne valeva la pena. Non dico che non salterò a Monaco ma devo prima guarire per stare bene in ottica Budapest (sede dei prossimi Mondiali nel 2023)».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: