Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Friuli, Carso divorato dalle fiamme. Preoccupa l’incendio a Taipana (Udine) – Il video

Nel Goriziano, dove un rogo ha continuato a svilupparsi nella notte, stanno operando Vigili del fuoco, Corpo Forestale Regionale e volontari AIB (Antincendio Boschivo) della Protezione civile regionale, oltre a una cinquantina di Gasilci, i pompieri sloveni

Il Carso continua a essere divorato dalle fiamme. Dopo l’incendio divampato nella frazione San Michele di Savogna d’Isonzo e Devetachi (Gorizia), che ha continuato a svilupparsi nella notte, a preoccupare è ora un altro rogo in località Taipana (Udine), che potrebbe espandersi alimentato dal vento. A una settantina di chilometri da qui, a Frisanco (Pordenone), le fiamme avanzano in modo, al momento, non significativo. Nel Goriziano, sui due fronti di San Michele e Devetachi è impegnato un alto numero di operatori tra Vigili del fuoco, Corpo Forestale Regionale e volontari AIB (Antincendio Boschivo) della Protezione civile regionale, oltre a una cinquantina di Gasilci, i pompieri sloveni.


Uno sforzo congiunto che, tuttavia, non sembra ancora riuscito a domare le fiamme. Nel frattempo ieri sono state evacuate o sono state preallertate di un’evacuazione imminente, l’intera frazione di San Michele e alcune famiglie di Devetachi, San Michele del Carso, Visentini, Gabria e Marcottini, per l’avvicinarsi delle fiamme alle abitazioni. Al contempo, da ieri sera è aumentato il contingente di Vigili del fuoco sul campo: attualmente sarebbero 85 con una ventina di mezzi: si tratterebbe del personale dei comandi di Gorizia, Trieste, Udine e Pordenone.


Sarebbero previsti anche rinforzi da altre regioni (Veneto ed Emilia-Romagna). Sul posto è stato inviato anche il nucleo regionale NBCR (Nucleare Biologico Chimico Radiologico) di Trieste pronto all’eventuale messa in sicurezza e alla bonifica dei bomboloni di Gpl che potrebbero essere minacciati dalle fiamme. In mattinata dovrebbe tenersi una riunione per fare il punto sull’intera situazione.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: