Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Trump, primo comizio dopo il blitz: «Fbi un mostro. Putin? Brillante. Ma avvisai Merkel sui rischi di Nord stream»

Per l’ex presidente americano, Joe Biden è un «nemico dello Stato» che con il suo partito e i media controlla gli agenti dell’Fbi

«Le avevo detto che avrebbe aumentato la dipendenza energetica della Germania dalla Russia» ha dichiarato l’ex presidente statunitense Donald Trump riferendosi all’ex cancelliera tedesca Angela Merkel, aggiungendo che «ora ne vediamo i risultati». «Le ho mandato una bandiera bianca di resa», continua nel suo racconto Trump ricordando il G7 di febbraio 2022, «”perché Angela“, le ho detto, “dovrai arrenderti“», spiega l’ex presidente. «”Il 75% della tua energia arriva dalla Russia. Se guardi indietro negli anni, la Germania e la Russia non sono mai andate troppo d’accordo“» ha dichiarato Trump al suo primo comizio elettorale dopo il blitz dei federali nella sua villa di Mar-a-Lago in Florida che ha portato al sequestro di documenti coperti da segreto di Stato. Merkel, però non è l’unica leader internazionale menzionata da Trump durante il comizio. L’ex presidente, infatti, ha anche fatto riferimento al leader del Cremlino Vladimir Putin, che è stato definito «brillante» e al presidente cinese Xi Jinping ritenuto «the King» poiché «capace di fare un decreto che lo proclamasse presidente a vita».


Riguardo la politica interna

Proprio riguardo l’ufficio federale di investigazione l’ex leader della Casa Bianca ha dichiarato: «l’Fbi e’ diventato un mostro feroce controllato alla sinistra democratica e dai media ma io non resterò in silenzio». All’evento a Wilkes-Barre in Pensylvania in vista delle elezioni di medio termine del prossimo 8 novembre, il tycoon ha accusato l’Fbi di fare due pesi e due misure: «È la stessa Fbi ha non ha perseguito Hillary Clinton per l’Emailgate». Entrando nel merito della vicenda, Trump ha affermato: «Hanno pubblicato foto facendo intendere che quei documenti li avessi sparpagliati io sul pavimento. Sono persone veramente disoneste». L’ex leader della Casa Bianca ha fatto riferimento a una foto mostrata in tribunale dove si vedono diversi documenti sparsi su un tappeto che gli investigatori ritengono fare parte di quelli segreti. Trump ha anche parlato del suo successore Joe Biden, definendolo «un nemico dello Stato» motivo per il quale «metteremo fine alla carriera politica di Nancy Pelosi e Joe Biden» ha dichiarato il tycoon. Il miliardario ha menzionato esplicitamente il discorso di Filadelfia nel quale Biden ha dichiarato: «Non c’è dubbio che il Partito Repubblicano sia dominato, guidato, e intimorito da Donald Trump».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: