Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Regno Unito, Liz Truss nuova premier britannica: è la terza donna nella storia a Downing Street – Il video

L’insediamento ufficiale avverrà domani, quando incontrerà la Regina Elisabetta II

Liz Truss è la nuova leader del Partito conservatore britannico e, a partire da domani, assumerà il ruolo di prima ministra. Come da previsione, Truss ha sconfitto nettamente Rishi Sunak, l’altro principale candidato a sostituire Boris Johnson alla guida dei Tory. La neoleader dei Conservatori ha ottenuto in totale 81.326 voti, contro i 60.399 del suo sfidante. A 47 anni, Liz Truss diventerà la terza donna nella storia del Regno Unito a ricoprire la carica di premier, dopo Margareth Thatcher e Theresa May. L’insediamento ufficiale avverrà domani, quando Truss incontrerà la Regina Elisabetta II al Castello di Balmoral, in Scozia.


Chi è la nuova “lady di ferro”

Classe 1975, Truss ha già ricoperto diversi incarichi governativi, come Segretario di stato per gli affari esteri, Ministro per le pari opportunità e non solo. Ribattezzata dai suoi sostenitori come la nuova “lady di ferro”, Truss ha condotto una campagna elettorale con frequenti richiami alle politiche di Margaret Thatcher. Eppure, nonostante oggi rappresenti l’ala ultraconservatrice dei Tories, Truss non è sempre stata una fervente thatcheriana. Mentre studiava filosofia, politica ed economia all’Università di Oxford, si è iscritta ai liberaldemocratici centristi ed è arrivata addirittura a chiedere l’abolizione della monarchia. Prima di entrare più attivamente in politica, Truss ha lavorato come economista per il gigante petrolifero Shell e per l’azienda di telecomunicazioni Cable and Wireless, abbracciando posizioni sempre più vicine al neoliberismo thatcheriano. Nel 2010, dopo due tentativi falliti, finalmente l‘ingresso in parlamento. Al referendum del 2016 sull’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, Truss si è schierata apertamente per il fronte del “Remain“, salvo poi entrare a far parte del governo Johnson nel ruolo di ministra degli Esteri e gestire in prima persona gli accordi commerciali con l’Unione Europea post-Brexit.


Il discorso di insediamento

Nel suo discorso di insediamento, Truss ha rivolto un omaggio appassionato al suo predecessore, Boris Johnson, che da domani le cederà la carica di primo ministro. «Boris, tu hai portato a compimento la Brexit, hai realizzato la campagna vaccinale contro il Covid, hai distrutto Jeremy Corbyn (l’ex leader dei laburisti brittanici – ndr) e hai affrontato Vladimir Putin», ha detto Truss, dal podio di Westminster, rivolgendosi al premier uscente. Secondo il settimanale New Statesman, quello a guida Truss sarà il governo più a destra della storia del Regno Unito. La nuova leader dei Tories è un’ultra-liberista, restia all’intervento dello Stato in economia e grande fautrice dei tagli alle tasse per le aziende e i ceti più abbienti. Una fermezza ideologica che Truss non ha nascosto neanche nel suo discorso di insediamento: «Ho vinto da conservatrice e mi comporterò come tale. Attueremo il programma per il nostro Paese», ha dichiarato la prossima premier brittanica. Le sfide che aspettano Truss sono tutt’altro che scontate: l’inflazione al 10%, la crisi energetica che sta mettendo in ginocchio famiglie e imprese e una raffica di scioperi che rischia di bloccare interi settori dell’economia britannica.

Fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Continua a leggere su Open

Leggi anche: