Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Funerali di Elisabetta II, tutta Londra si ferma: il rintocco del Big Ben dà inizio al minuto di silenzio – Il video

Alle 20 ora locale, migliaia di cittadini della capitale si sono alzati in piedi o hanno chinato il capo, interrompendo tutte le attività. Nella serata, i ringraziamenti di Carlo III: «Profondamente commossi dal vostro sostegno»

A conclusione dei quattro giorni di omaggi riservati al feretro della regina Elisabetta II – a Westminster Hall -, dall’orologio simbolo della capitale inglese si sono uditi alcuni rintocchi. È stato il segnale dell’inizio del minuto di silenzio nazionale dedicato alla sovrana defunta. Alle 20 ora locale – le 21 in Italia -, gli inglesi hanno celebrato il momento di raccoglimento. A Londra, scene di surreale riverenza: migliaia di persone nelle strade, nei pub, nelle proprie abitazioni si sono alzate in piedi o hanno chinato il capo, interrompendo ogni tipo di attività. Domani, 19 settembre, sarà sempre il Big Ben a scandire a intervalli regolari i tempi del funerale di Stato di Elisabetta II. Poi suonerà ancora, a dare avvio ad altri minuti di silenzio a margine della sepoltura.


Intanto, a Buckingham Palace, re Carlo III e la regina consorte Camilla hanno accolto capi di Stato, premier e reali provenienti da tutto il mondo. Al ricevimento, organizzato in occasione della vigilia dei funerali di Elisabetta II, hanno partecipato circa 500 ospiti. Presenti anche diversi membri della famiglia reale britannica. Tra i leader mondiali arrivati, i presidenti Joe Biden ed Emmanuel Macron – con le rispettive mogli -, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e il presidente del Consiglio europeo Charles Michel. Nel corso della serata, Carlo III ha rivolto stasera un messaggio di ringraziamento al Paese: «Negli ultimi dieci giorni, mia moglie ed io siamo stati così profondamente toccati dai tanti messaggi di cordoglio e sostegno che abbiamo ricevuto da questo Paese e da tutto il mondo. A Londra, Edimburgo, Hillsborough e Cardiff siamo stati commossi oltre misura da tutti coloro che si sono presi la briga di venire a rendere omaggio al servizio per tutta la vita della mia cara madre, la defunta regina. Mentre ci prepariamo tutti a dire il nostro ultimo addio, volevo semplicemente cogliere l’occasione per dire grazie a tutte quelle innumerevoli persone che sono state di tale sostegno e conforto per la mia famiglia e per me stesso in questo momento di dolore».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: