Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La denuncia della coppia con la sindrome di Down: «A Milano nessuno ci affitta una casa»

Paolo e Carlotta alle prese con i proprietari di casa. Che appena sentono delle loro condizioni si tirano indietro

Da quasi un anno una coppia down non riesce a trovare una casa in affitto a Milano. Nonostante entrambi abbiano un lavoro a tempo indeterminato e siano aiutati nella ricerca da un’associazione. Paolo Sesana, 35 anni e Carlotta Sganga, 39, entrambi con sindrome di Down, sabato festeggeranno 4 anni e 9 mesi di fidanzamento. La loro ricerca, raccontata dal Corriere della Sera, è iniziata oltre un anno fa. Spiegano che quando i proprietari di casa sentono la parola “Down” si tirano indietro. Non è un problema di soldi – spiega il quotidiano – sono entrambi assunti a tempo indeterminato. Carlotta in una famosa agenzia per il lavoro, Paolo in un noto fast food. L’affitto sarebbe intestato all’organizzazione che li segue, il Circolo Culturale giovanile di Porta Romana. «Una volta le trattative stavano andando bene. Al momento di consegnare la caparra di 3.600 euro, ci hanno detto che non si poteva più procedere. Siamo tornati a casa con in borsa l’assegno e il morale a terra – racconta Renata Agosti, mamma di Carlotta -. Un’altra volta la proprietaria di una casa al quarto piano ci ha detto: ‘Non posso rischiare che si buttino dalla finestra’». Ancora, quindi, sono alla ricerca di qualcuno che voglia affittare loro un appartamento a Milano con due camere nella zona di piazzale Lotto o vicino a corso Vercelli o a Wagner dove l’associazione ha un’altra casa e così potrebbero frequentare i loro amici. Naturalmente, con la presenza degli educatori.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: