Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Lo sgombero delle case occupate a Ostia: tra gli abusivi la sorella di Roberto Spada

Nell’altro alloggio c’è la madre di Ottavio. Gli appartamenti erano occupati dal 2002 e dal 2014

Dalle 6 del mattino è in corso lo sgombero di due appartamenti Ater occupati abusivamente a Ostia. L’intervento della polizia e dei vigili di Roma Capitale riguarda due alloggi. Uno è occupato dalla sorella di Roberto Spada, Cristina. L’altro dalla madre di Ottavio Spada, Giovanna. Cristina Spada occupava senza titolo l’appartamento dal 2014 mentre Giovanna Spada dal 2002. Un comunicato della polizia fa sapere che lo sgombero rientra nella linea di azione portata avanti dal prefetto di Roma Matteo Piantedosi. Analoghe operazioni sono state eseguite in altri quartieri come San Basilio e Tor Bella Monaca. Nei giorni scorsi Roberto Spada è tornato libero dopo per espiazione della pena per l’aggressione al giornalista Daniele Piervincenzi. E secondo le cronache locali proprio quel giorno in tutta Ostia si sono sentiti fuochi d’artificio. Per festeggiare l’evento.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: