Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La rivelazione sulle cifre astronomiche promesse a Mbappé: «Il contratto del secolo». Il Psg nega

Secondo il quotidiano francese Le Parisienne, sommando bonus, premio fedeltà e stipendio fisso, l’attaccante classe 1998 guadagnerebbe 636 milioni di euro da qua maggio 2022 a giugno 2025.

«Mbappé e il Psg: i segreti di un contratto da più di 600 milioni di euro» così titola il quotidiano della capitale francese Le Parisien. Secondo la testata, per convincere la stella campione del mondo a restare a Parigi, il presidente della squadra Nasser Al-Khelaïfi sarebbe pronto a sborsare 636 milioni di euro. Una cifra che non poteva essere immaginata a maggio, quando l’attaccante classe 1998, già al Psg dal 2017, ha siglato l’accordo che lo lega ai parigini fino al 2024 con l’opzione di prolungare il rapporto fino al 2025, rinunciando al corteggiamento del Real Madrid. Un articolo «sensazionalistico» sia «nella notizia che nei presunti dettagli» ha fatto sapere il Psg in una nota che rigetta le informazioni diffuse dal giornale. La società inoltre, evidenzia come l’articolo sia uscito «a poche ore da una partita importante di Champions League». Motivo per il quale «il Paris Saint-Germain» – conclude la nota – «non si abbasserà a commentare ulteriormente. Tutti al club sono concentrati sulla prossima partita contro il Maccabi Haifa» di domani.


Ecco tutti i dettagli del contratto

Dal suo canto, le Parisien sostiene che quello di Mbappé, sesto nella classifica dell’ultimo Pallore d’Oro, sia «il contratto del secolo, il più grande mai firmato nella storia dello sport». Che lo stipendio fosse alto si sapeva, c’è chi parlava di 30, chi 50, e chi di 90 milioni l’anno. Secondo il giornale di Parigi, al Psg il numero 21 percepisce 72 milioni di euro lordi all’anno al quale si sommano un bonus alla firma di 180 milioni, sempre lordi, da pagare in tre tranche. In aggiunta, ci sarebbe un «bonus fedeltà» il cui importo aumenta ad ogni anno in cui Mbappé decide di non lasciare la capitale francese. Se l’attaccante non partirà a giugno 2023 – sostiene la testata – il suo portafoglio si ingrosserà di 70 milioni di euro. Stesso discorso per l’estate 2024, quando il bonus diventerebbe di 80 milioni, e per il 2025, quando si toccherebbero i 90. Sommando stipendio, bonus alla firma e l’incentivo a rimanere si arriva alla cifra monstre di 636 milioni di euro. Una miniera d’oro per l’attuale capocannoniere della Ligue 1.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: