Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Moldavia, continuano le proteste anti-governative appoggiate dal Cremlino – Il video

Secondo il Washington Post, dietro le proteste delle ultime settimane ci sarebbe un leader di un partito di opposizione vicino a Mosca

Continuano le proteste in Moldavia, nella capitale Chișinău. Per la settima domenica consecutiva, i manifestanti sono scesi in piazza contro la presidente europeista Maia Sandu. Secondo il Washington Post – che ha visionato e raccolto documenti di intelligence e interviste a funzionari moldavi, ucraini e occidentali – dietro le proteste dell’ultimo periodo ci sarebbe un leader di un partito di opposizione (ȘOR) in esilio in Israele. Accusato di aver sottratto un miliardo di dollari dal sistema bancario moldavo, Ilan Shor starebbe organizzando le proteste antigovernative ricevendo la benedizione della Russia. Il suo obiettivo sarebbe quello di far cadere il governo dell’ex repubblica sovietica, allontanare l’adesione all’Ue della Moldavia – che insieme all’Ucraina ha ottenuto lo status di candidato all’Ue a giugno – e riorientare così il Paese verso la Russia.


Foto copertina: ANSA | La presidente della Moldavia Maia Sandu


Continua a leggere su Open

Leggi anche: