Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Panico nella chat aziendale di Twitter, rischio caos sulla privacy: «Musk vuole solo far soldi con gli utenti: non si fermerà davanti a niente»

Secondo le indiscrezioni di The Verge, le modifiche al servizio introdotte dall’attuale ad violerebbero gli accordi con la Federal Trade Commission. E nelle comunicazioni interne, circolano avvisi allarmati dagli uffici legali

Nei giorni successivi all’acquisto di Twitter da parte di Elon Musk, l’azienda sta affrontando un vero e proprio terremoto. Dopo aver mandato a casa l’intero consiglio di amministrazione – diventando così amministratore unico – e aver licenziato subito dopo circa la metà dei dipendenti della società, il multimiliardario sarebbe pronto a cambiare le regole su raccolta dati e pubblicità, andando quindi allo scontro con la Federal Trade Commission. L’indiscrezione arriva da The Verge, che cita fonti interne all’azienda e pubblica un lungo messaggio condiviso da un avvocato nella chat interna all’azienda. «Elon ha dimostrato che la sua unica priorità riguardo agli utenti di Twitter è come monetizzare da loro», si legge nella nota, «non credo che gli interessino gli attivisti per i diritti civili, i dissidenti, gli utenti non monetizzabili e tutte quelle persone che hanno reso questo social la piazza globale che tutti voi avete contribuito a costruire».


Il rischio di multe miliardarie

L’aspetto più inquietante, secondo il legale, sarebbe però un altro. Nel 2011 l’azienda ha firmato un accordo con la FTC (l’Agenzia governativa che si occupa di tutelare gli interessi dei consumatori e a prevenire e sanzionare le pratiche anti-concorrenziali) sulle politiche di raccolta dei dati personali. L’Agenzia ha quindi multato a maggio di quest’anno il social network per aver violato quell’accordo. Musk avrebbe però introdotto delle modifiche al servizio che aggirerebbero le regole imposte dall’Ftc, scaricando anche sugli ingegneri la responsabilità di certificare la conformità di quelle – e delle future – modifiche all’Ftc e alle leggi sulla privacy. Così facendo, l’azienda rischia di andare incontro a multe miliardarie, che metterebbero a repentaglio l’esistenza stessa di Twitter. «Elon manda i missili nello spazio, non ha paura della Ftc», sarebbe stato il commento dell’attuale capo ufficio legale di Twitter. «Vi auguro buona fortuna», ha scritto la fonte citata da The Verge, prima di condividere i contatti per denunciare «in caso vi sentiste a disagio riguardo a qualcosa che vi venisse chiesto di fare».


Foto di copertina: EPA/HANNIBAL HANSCHKE / POOL

Continua a leggere su Open

Leggi anche: