Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

No! L’uomo in questo video non sta falsificando il voto negli Stati Uniti

Una scena ripresa da FoxNews ha scatenato la fantasia degli utenti per sostenere l’esistenza di un broglio elettorale

Circola un video dove si sostiene che un uomo, seduto in un tavolo di un seggio americano, stia deliberatamente segnando con un voto le schede elettorali del Midterm. Insomma, secondo gli utenti che condividono la clip sarebbe la prova del presunto broglio elettorale americano, tutto in “diretta TV”. L’uomo era tranquillo, come raccontano gli utenti descrivendo la scena, ma c’è un motivo: senza il suo lavoro, e quello di un altro funzionario, le schede non potevano essere utilizzate dagli elettori.

Per chi ha fretta

  • Secondo diversi utenti, un video sarebbe la prova dei presunti brogli elettorali negli Stati Uniti.
  • La scena è stata ripresa dal canale televisivo americano FoxNews, senza alcun commento a riguardo.
  • L’interpretazione degli utenti è sbagliata, tanto diffusa da far intervenire le autorità locali.
  • Il video è stato ripreso a Madison (Wisconsin).
  • Secondo lo statuto locale, le schede devono essere siglate con le iniziali di due funzionari del seggio.
  • L’uomo ripreso era uno dei due funzionari. Senza la sua firma gli elettori non potevano esercitare il voto.

Analisi

Ecco uno dei post del 9 novembre 2022 dove viene condiviso il video con la teoria di complotto:

Il funzionario di uno dei seggi elettorali statunitensi segna le schede elettorali senza alcun timore di essere notato. E poi questa gente ha il coraggio di criticare la trasparenza dei referendum e delle elezioni che vengono svolti in altri paesi…

La teoria venne diffusa inizialmente da utenti in lingua inglese fin dall’otto novembre:

Nel corso del monitoraggio delle elezioni americane, Open Fact-checking aveva individuato una prima diffusione della teoria del complotto in lingua italiana attraverso l’account @giamakano (che dichiara nella bio di vivere e lavorare in Svizzera e Mosca). Ecco il testo del tweet e il fermo immagine pubblicato l’otto novembre 2022 alle ore 22:24 (fuso orario italiano):

Intanto nei mer()osi USA stanno falsando anche le elezioni di midterm. Problemi di voti solo nelle aree repubblicane, casualmente… a Maricopa manca il 20% delle schede. Addirittura in diretta TV è stato mostrato un sabotatore dem che falsifica schede…

L’origine del video

La scena ripresa nel video e nello screenshot proviene da uno speciale della televisione americana FoxNews. In alto a sinistra leggiamo il luogo delle riprese: «Madison, WI» (Wisconsin).

Le iniziali dei due funzionari

A seguito della diffusione del video e delle immagini usate per alimentare la teoria del complotto, l’account ufficiale della città di Madison pubblica un tweet dove spiega in che cosa consisteva il lavoro di quell’impiegato:

Before issuing a ballot to a voter, one election official circles the ward number and applies their initials in the Ballot Issued By section. Before handing the ballot to the voter, a second election official adds their initials in the Ballot Issued By section.

In poche parole, ogni scheda elettorale deve essere firmata con le proprie iniziali da un funzionario affinché questa abbia valore e possa essere utilizzata dagli elettori. Un’altra firma viene messa poi da un secondo funzionario. Questa pratica è indicata nello Statuto del Wisconsin al punto 4 del capitolo 7.37:

(4) Balloting procedure. At polling places which utilize paper ballots or electronic voting systems in which ballots are distributed to electors, 2 inspectors shall be assigned to take charge of the official ballots. They shall write their initials on the back of each ballot and deliver to each elector as he or she enters the voting booth one ballot properly endorsed by each of them. Where paper ballots are used, the inspectors shall fold each ballot in the proper manner to be deposited before delivering it to the elector. If asked, inspectors may instruct any elector as to the proper manner of marking the ballot, but they may not give advice, suggestions, express any preferences or make any requests as to the person for whom, the question on which or the ballot on which the elector shall vote.

La spiegazione dei fatti venne fornita Scott McDonell (contea di Dane) attraverso un tweet:

This poll worker is doing the boring routine work of initialing ballots and circling the ward number to hand to voters so they can vote. What a scandal.

L’area della scheda da firmare

I colleghi di AFP, nel loro articolo di fact-checking, hanno condiviso un’immagine che rappresenta l’area dove i due funzionari devono porre le loro iniziali:

Conclusioni

L’uomo ripreso dalle telecamere e mandato in onda da FoxNews non stava manipolando il voto degli elettori americani nel Wisconsin. Si tratta di un funzionario che, secondo lo statuto locale, deve siglare ogni singola scheda affinché questa possa essere utilizzata dagli elettori. Oltre alla sua firma, ci deve essere anche quella di un altro funzionario dedicato a questa operazione.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione sulle piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: