Ucraina, Zelensky: «Sei milioni di persone colpite da blackout. Alcuni cittadini senza elettricità per 30 ore»

La situazione, comunque, è in via di miglioramento: lo scorso mercoledì, gli utenti scollegati dalla rete elettrica erano 12 milioni

Il presidente dell’Ucraina, nel consueto videomessaggio serale in cui si rivolge al Paese, prima di fare il punto sui blackout causati dagli attacchi missilistici russi, ha rassicurato: «Supereremo questo inverno». Poi, Volodymyr Zelensky ha spiegato: «Al momento i blackout continuano nella maggior parte delle regioni e a Kiev. In totale, oltre sei milioni di utenti non hanno accesso all’elettricità». Le interruzioni di corrente, ad ogni modo, sono diminuite rispetto allo scorso 23 novembre, quando i russi hanno effettuato l’ultimo attacco massiccio alle infrastrutture energetiche. «Rispetto a mercoledì, il numero di persone senza elettricità è sceso da 12 a sei milioni», ha aggiunto il presidente ucraino. «Siamo riusciti a stabilizzare il sistema». Stando a quanto riporta Zelensky, attualmente la maggior parte dei disagi si concentra nella capitale, così come nelle regioni di Kiev, Dnepropetrovsk, Odessa, Lvov e Vinnitsa. Nella serata del 25 settembre, nell’area circoscritta della città di Kiev, 600 mila utenti sono rimasti scollegati dalla rete elettrica. Molti cittadini sono rimasti senza elettricità anche per 30 ore.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: