Sondaggi: cresce il gradimento per Meloni, il M5s supera il Pd. Ma la manovra non piace a 4 italiani su 10

Ipsos: Fdi al suo massimo. Euromedia Research: legge di bilancio bocciata

I sondaggi di Ipsos illustrati oggi da Nando Pagnoncelli sul Corriere della Sera dicono che il gradimento di Giorgia Meloni è in aumento e che Fratelli d’Italia cresce. Mentre la Lega è in difficoltà e il Movimento 5 Stelle supera il Partito Democratico. Mentre le rilevazioni di Alessandra Ghisleri di Euromedia Research su La Stampa sostengono che la prima Legge di Bilancio del governo non è apprezzata da quattro italiani su dieci. Per Ipsos quasi un italiano su due ha un giudizio positivo di Meloni (49%). L’indice di gradimento sale di quattro punti sia per l’esecutivo che per la premier. Per quanto riguarda i singoli partiti FdI continua a crescere raggiungendo il 31,4% delle intenzioni di voto, in aumento di 1,6% rispetto ad ottobre e del 5,4% rispetto alle politiche. Al secondo posto c’è il M5S con il 17,5% (+1,5%), che supera il Pd (17,2% e -1,6%). La Lega perde lo 0,7% e si attesta al 7,3%. Forza Italia è in ripresa (+0,7%), è appaiata al Terzo Polo (6,8%).


Le rilevazioni su governo e Legge di Bilancio

L’Alleanza Verdi-Sinistra per ora non sembra risentire del caso Soumahoro e cresce di mezzo punto arrivando al 4,2%. Il centrodestra nel suo complesso raggiunge il 46,7% dei consensi, mentre il centrosinistra è al 23,5%. In ulteriore calo rispetto al voto del 25 settembre. Secondo Euromedia Research invece Fratelli d’Italia e la Lega sono in calo rispettivamente dello 0,2 e dello 0,7%, mentre Forza Italia cresce dello 0,6%. In questa rilevazione il M5s è ancora sotto al Pd (16,8% contro 17,2%). Anche il Terzo Polo è in calo ma è stabilmente sopra Fi (8,2 contro 6,7%). E se la fiducia in Meloni e nel governo è in calo, la manovra ha diviso l’opinione pubblica: il 41,2% la boccia, il 40,4% la promuove. Il risultato, spiega la sondaggista, è il combinato disposto di una promozione praticamente totale da parte dell’elettorato di centrodestra (86,8%) e di una bocciatura altrettanto piena per i sostenitori del centrosinistra e del Movimento 5 Stelle (79,8%). C’è invece un atteggiamento più morbido da parte degli elettori di +Europa, Azione e Italia Viva. Anche se pure in questa fetta di elettorato prevalgono i giudizi negativi.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: