Eni, avviate le trattative preliminari per l’acquisto di Neptune Energy per quasi 6 miliardi di dollari – L’indiscrezione di Reuters

Neptune Energy produce all’incirca 130mila barili al giorno di petrolio equivalente, di cui tre quarti gas

Eni avrebbe avviato le trattative preliminari per acquistare il produttore di gas e petrolio Neptune Energy per circa 5-6 miliardi di dollari. A darne notizia è Reuters, ma al momento non è stata presentata alcuna offerta ufficiale. Neptune Energy produce all’incirca 130mila barili al giorno di petrolio equivalente (unità di misura della quantità di energia che viene rilasciata dalla combustione di un barile di greggio), gran parte dei quali – circa tre quarti – sono gas. L’azienda è operativa in Norvegia, dove ha sede l’unità Vår Energi di Eni, Gran Bretagna, Indonesia, Algeria, Paesi Bassi e altrove. Inoltre, Neptune è di proprietà di China Investment Corporation (CIC), Carlyle Group (CG.O) e CVC Capital Partners. Alla richiesta di conferme e chiarimenti, né Eni né Neptune hanno voluto rispondere. Reuters riferisce inoltre che fonti bancarie hanno confermato che i colloqui avrebbero avuto luogo nelle ultime settimane, ma che il risultato era «tutt’altro che garantito».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: